News

30 delfini finiscono sulla spiaggia, i bagnanti tentano di salvarli e…

30 delfini finiscono sulla spiaggia, i bagnanti tentano di salvarli e…

In una spiaggia brasiliana come tante altre, è recentemente avvenuto un evento davvero straordinario: una trentina di delfini infatti, si è improvvisamente spiaggiata.

L’evento ha naturalmente attratto la curiosità dei bagnanti che erano intenti a prendersi tranquillamente il sole. Le persone si sono ben presto accorte delle difficoltà dei cetacei: una volta giunti sul bagnasciuga infatti, questi non riescono mai a riprendere il largo senza un’aiuto esterno.

Grazie al pronto intervento dei bagnanti però, tutti e i trenta delfini sono stati riportati dove l’acqua profonda gli ha consentito di poter tornare a nuotare liberamente, senza il rischio di morire fuori dall’acqua!


Nonostante la spettacolare drammaticità dell’evento, non si tratta di un qualcosa di così sporadico. A dispetto dei numerosi casi però, non si è ancora pienamente capito che cosa causa i disorientamenti che si concludono con tali spiaggiamenti: secondo alcuni si tratta dell’alterazione dei campi magnetici terrestri, mentre secondo altri anche in questo caso vi è lo zampino dell’intensiva (e invasiva) presenza dell’uomo.

Di sicuro c’è che sempre più spesso questi splendidi animali si arenano a riva e, nella maggioranza delle occasioni, non hanno la fortuna di trovare turisti pronti ad aiutarli per tornare in mare.

C’è da dire che i delfini talvolta “ricambiano” il favore. Esistono infatti diverse testimonianze di surfisti che asseriscono di essere stati salvati da questi animali in seguito ad attacchi di squali. Questi particolari comportamenti, indice di grande intelligenza e solidarietà, sono tutt’ora oggetto di interessantissimi studi da parte di studiosi provenienti da tutto il mondo.

Questi cetacei sono considerati gli animali più intelligenti esistenti. Oltre ad avere una società piuttosto complessa, essi infatti utilizzano un linguaggio molto strutturato e complesso per comunicare tra loro.