Pubblicità

10 bambini criminali che hanno commesso crimini terrificanti

Pubblicità

Nell’immaginario collettivo l’infanzia è sintomo di innocenza e ingenuità. Esistono però alcune agghiaccianti eccezioni che potrebbero farvi cambiare idea riguardo ai bambini…

In questo articolo abbiamo raccolto 10 tra i più feroci criminali che, a dispetto di un’incredibilmente giovane età, si sono macchiati di delitti terrificanti.

Così giovani ma così spaventosamente determinati…

 

La 16enne e all’apparenza innocua Brenda Ann Spencer, ha dato in escandescenza nel 1979 uccidendo 2 persone e ferendone altre 8 (tra cui un insegnante) nella sua scuola. A quanto pare non amava particolarmente l’ambiente scolastico!

 

Se nel primo caso presentato potevamo parlare di odio verso l’istituto scolastico, non esiste spiegazione logica per cosa hanno fatto questi due fratelli. Bryan e David Freeman, rispettivamente di 16 e 17 anni hanno ucciso a pugnalate i due genitori e il fratellino di 11 anni nel 1995. Per fortuna, stanno scontando la pena del carcere a vita…

 

Michael Hernandez ha attirato un suo compagno di scuola in un bagno e lo ha pugnalato a morte. Ha attirato il suo amico con la scusa di volergli fare vedere qualcosa di speciale. Ma non è tutto: secondo gli indizi raccolti dalla polizia, questo piccolo ma freddo assassino stava progettando di uccidere diversi altri compagni di scuola, nonché sua sorella.

Bambini criminali: traumi e semplici squilibri mentali che vi faranno raggelare il sangue nelle vene!

 

La follia omicida nelle scuole americane è un qualcosa che si ripete con una certa frequenza. La cosa più inquietante è che spesso tale pazzia coglie i ragazzi all’apparenza più tranquilla: è il caso di Michael Carneal, un giovane che, dopo aver nascosto fucili e coltelli in giro per la propria scuola, ha sparato selvaggiamente su un gruppo di preghiera uccidendo 3 persone e ferendone altre 2. Troppo tardivamente, si è accorto di ciò che aveva fatto e, alla polizia accorsa nell’istituto, ha detto “”Uccidetemi, per favore. Non posso credere a quello che ho appena fatto…“.

 

Pubblicità

Aveva solo 11 anni May Bell quando ha ucciso 2 bambini per il semplice “piacere e emozione di uccidere“. Dopo gli efferati omicidi, ha inciso la lettera M sul petto delle vittime.

 

Eric Smith, un ragazzino di appena 14 anni ha ucciso un bambino di 11 attirandolo in una foresta pugnalandolo e poi finendolo con una roccia lanciata in testa.

 

Correva l’anno 1964 quando Edmund Kemper ha ucciso suo nonno e sua nonna. Incredibilmente è stato rilasciato qualche anno dopo e ha ucciso altre 8 donne, tra cui la sua stessa madre: a quanto pare non è solo la giustizia italiana a fare acqua da tutte le parti…

 

Graham Young, meglio noto come l’avvelenatore. Nonostante la sua faccia d’angelo, ha avvelenato 5 membri della propria famiglia. Ricoverato in un manicomio, è riuscito anche in tale luogo ad avvelenare ben 70 persone… alla fine un provvidenziale attacco di cuore ha stroncato la sua vita e le sue aberranti abitudini.

 

Non fatevi ingannare da questi due volti angelici e all’apparenza spaventati: Jon Venables e Robert Thompson hanno infatti ucciso a colpi di spranga e mattoni un inerme bambino di 2 anni. Si tratta di uno degli omicidi più sconvolgenti nella storia della Gran Bretagna.

 

Nel 1871 e nel 1872 il 14enne Jesse Pomeroy è stato autore di qualcosa come 35 omicidi!

Pubblicità

Guarda Anche

Guarda Anche

Guarda Anche