News

I costi dello staff di Palazzo Chigi, quanto ci costa?

Volete sapere quanto guadagna lo staff di Palazzo Chigi? Ecco le cifre da capogiro!
I costi dello staff di Palazzo Chigi, quanto ci costa?

Ricordate Rocco Casalino? Famoso per la sua partecipazione al primo “Grande Fratello”, attualmente è portavoce e capo ufficio stampa del Presidente del Consiglio.

Questa è una carica molto remunerativa, molto piu’ rispetto all’incarico politico assunto da Giuseppe Conte.

I guadagni dello staff

Rocco Casalino percepisce lo stipendio lordo piu’ alto di tutti, poco superiore ai 169.000 euro: 91.696 euro di “trattamento fondamentale”, 59.500 euro di “emolumento accessorio” e 18.360 euro di “indennità diretta di collaborazione”.

È incredibile come il suo diretto superiore, il presidente del Consiglio, guadagni la metà. Conte, infatti, dovrebbe percepire circa 110.000 euro l’anno; tuttavia, il premier ha chiesto una riduzione del 20% del suo emolumento e, quindi, attualmente guadagna 88.000 euro.

I guadagni dei collaboratori


Il numero collaboratori di Palazzo Chigi, assunti per chiamata diretta e con contratto a termine coincidente con la caduta del governo, rispetto allo scorso anno, è diminuito da 101 a 48.

Maria Chiara Ricciuti con l’incarico di vice capo ufficio stampa; la sua retribuzione si aggira attorno ai 129.000 euro lordi annui.

Seguono, poi, il responsabile dei social Dario Adamo (115.000 euro), il coordinatore amministrativo Carmelo Dragotta (74.000 euro), i collaboratori Massimo Prestia e Laura Ferrarelli (68.000 euro), Giuseppe Coeta (60.000 euro) e Giuseppe Dia (40.000 euro).

Nello staff di Palazzo Chigi sono stati confermati anche il segretario particolare Andrea Benvenuti (84.000 euro), l’assistente del capo di gabinetto Giulio Bonifacino, l’esperto Domenico Bottegae l’esperto Giacomo Bracci (55.000 euro). 

Inoltre, ne fanno parte i consiglieri a titolo gratuito Gerardo Capozza, Vincenzo Cerulli Irelli, Tommaso Donati, l’esperto Edoardo De Riu (33.000 euro), Giulio Ginetti (25.000) ed il capo di gabinetto Alessandro Goracci. Entrano nello staff Concetta Baratta, Guglielmo Bevivino e Paolo Rametta.