Da giorni non si parla d’altro che del look che Achille Lauro ha portato sul palco dell’Ariston

Probabilmente tra tutti i concorrenti è stato quello che si è fatto notare di più con la sua tutina color carne ricoperta di strass. Forse non credeva che il suo a dir poco stravagante look avrebbe fatto tanto rumore; in ogni caso, date le spropositate reazioni dei fan sui social, il rapper ha deciso di rivelare al pubblico il segreto della sua bizzarra scelta.

Da giorni non si parla d’altro che del look che Achille Lauro ha portato sul palco dell’Ariston

Esattamente com’è successo l’anno scorso, anche quest’anno le polemiche non hanno risparmiato Achille Lauro e la sua singolare performance eseguita sul palco dell’Ariston di Sanremo. Sono stati in molti a cercare di dare un significato al pittoresco look scelto dal giovane artista e a chiedere il perché di questa scelta. Tramite un post sui social è arrivata la risposta dal diretto interessato.

La spiegazione

Su Instagram Achille Lauro decide di postare una foto in cui viene raffigurato come potrebbe essere raffigurato un santo in un’immagine sacra, con un fascio di luce che spunta da un cielo limpido e che avvolge la sua figura mentre due colombe bianche gli volano attorno. Lui indossa il mantello di velluto nero col quale si è presentato al pubblico di Sanremo, e scrive in riferimento alla foto: “La celebre scena attribuita a Giotto in una delle storie di San Francesco della basilica superiore di Assisi. Il momento più rivoluzionario della sua storia in cui il Santo si è spogliato dei propri abiti e di ogni bene materiale per votare la sua vita alla religione e alla solidarietà”.

Paradossi e provocazioni

Chi conosce Achille Lauro sa quanto fondi il proprio personaggio sul paradosso e sulla provocazione. Spesso per esprimere qualcosa che ha dentro o una sua idea utilizza infatti metri di paragone decisamente irriverenti e dissacranti. Sempre in riferimento a quanto detto prima aggiunge: “Sono successe così tante cose che sembra passato molto più tempo! Il mio vivere è in movimento perpetuo. La musica per me è la cosa più importante ed è dalla musica che nasce la mia concezione dell’arte, dello scrivere, del dipingere e dell’utilizzare il mio stesso corpo come una vera e propria opera. Sanremo è il più grande palcoscenico per la canzone, ma nel mio modo di intendere è una grandissima occasione per portare delle performance complete. Il futuro mi vedrà sempre più impegnato in varie forme di arte, senza mai allontanarmi dalla mia prima musa ispiratrice: la musica”. Infine aggiunge il rapper: “Ho voluto rivolgermi direttamente a voi, mantenendo saldo il nostro legame epistolare, per presentarvi il mio nuovo mondo. Quello a cui assisterete non sarà più solo l’esecuzione di una semplice canzone: a Sanremo voglio portare quattro storie, quattro forme di omaggio, che rappresentino al meglio ciò che accade durante i miei live. Ho deciso di osare, di azzardare, qualcuno potrà dire che sono pazzo: sono disposto a correre il rischio, certo che chi non comprenderà avrà comunque il mio rispetto. Per tutto il resto… “Me ne frego””.

Potrebbe piacerti anche