Manolo Gabbiadini positivo al Coronavirus

Anche l'attaccante della Sampdoria è positivo al Coronavirus

Manolo Gabbiadini positivo al Coronavirus

Manolo Gabbiadini, attaccante della Sampdoria, è risultato positivo al Coronavirus. Un suo tweet e un comunicato stampa del club hanno reso nota la situazione.

Manolo Gabbiadini e la Sampdoria in quarantena

“L’U.C. Sampdoria informa che il calciatore Manolo Gabbiadini è risultato positivo al Coronavirus-COVID-19, ha qualche linea di febbre, ma sta bene. La società sta attivando in queste ore tutte le procedure di isolamento previste dalla normativa”.

Questo è il comunicato stampa che è stato diffuso dalla società calcistica della Sampdoria. Tutta la squadra andrà adesso in isolamento e si dovranno fare degli esami anche ai calciatori con cui i ragazzi della Sampdoria sono entrati in contatto nelle ultime partite.

Gabbadini per il momento sembra tranquillo e ha scritto sul suo profilo Twitter:

Sono risultato positivo anche io al Coronavirus. Voglio ringraziare tutti quelli che mi hanno scritto, mi sono arrivati già tantissimi messaggi. Ci tengo comunque a dirvi che sto bene, quindi non preoccupatevi. Seguite tutti le norme, restate a casa e tutto si risolverà.

Squadre di calcio colpite dal Coronavirus

In seguito al comunicato stampa della Sampdoria, anche l’Hellas Verona ha dovuto sospendere tutte le proprie attività agonistiche. L’Hellas infatti era stata avversaria della squadra blucerchiata nel corso dell’ultimo turno di campionato. “Il Club gialloblù si sta attivando per predisporre tutte le procedure necessarie“.

Prima di Gabbaldini, anche Rugani ha annunciato la positività al virus, riscontrata solo ieri e totalmente asintomatica. La Juventus si sta attivando quindi per mettere in atto tutte le procedure di isolamento previste e ha dato comunicazione della situazione anche all’Inter, l’ultima squadra contro cui ha giocato. 

Le parole di Rugani sono state: “Avrete letto la notizia e per questo ci tengo a tranquillizzare tutti coloro che si stanno preoccupando per me, sto bene. Invito tutti a rispettare le regole, perché questo virus non fa distinzioni! Facciamolo per noi stessi, per i nostri cari e per chi ci circonda“.

,