Cucina

Butti l’acqua della pasta nel lavandino? Ecco perché non devi farlo

Tra i piatti più apprezzati della cucina nostrana, non dovreste mai buttare l'acqua di cottura della pasta nel lavandino.
Butti l’acqua della pasta nel lavandino? Ecco perché non devi farlo

La pasta è uno degli alimenti alla base della tradizione della cucina italiana. Buona da gustare e ricca di benefici, dovete sapere che esistono dei validi motivi per cui non dovreste mai buttare l’acqua di cottura nel lavandino. Entriamo nei dettagli e scopriamolo assieme.

Non buttate l’acqua di cottura della pasta

La maggior parte delle persone, dopo aver cotto la pasta, butta l’acqua di cottura nel lavandino. Niente di più sbagliato. Essendo ricca di amido, infatti, dovete sapere che la vostra acqua di cottura si rivela essere il più valido alleato per emulsionare i vostri piatti, rendendoli particolarmente gustosi.

Ma non solo, l’amido contenuto nella pasta e che viene rilasciato nell’acqua contribuisce assieme all’alta temperatura ad eliminare più facilmente i residui di grasso dalle padelle.

Tra gli altri modi in cui potete utilizzare l’acqua di cottura della pasta si annovera la possibilità di mettere in ammollo i legumi, riuscendo in questo modo a ridurre il relativo tempo di cottura.


Se poi avete dei bambini, allora vi interesserà sapere che l’acqua della pasta è ideale per creare una pasta di sala con cui poter realizzare tanti lavoretti.

Per finire, potete utilizzare l’acqua di cottura della pasta anche per fare un bel pediluvio emolliente. Basta aggiungere delle gocce di olio essenziale e potrete godervi un bel momento di relax, mentre i vostri piedi diventeranno lisci e morbidi.

Le proprietà della pasta

Come avete potuto notare sono davvero tanti i modi in cui è possibile utilizzare l’acqua di cottura della pasta e per questo motivo è bene non sprecarla. Per quanto riguarda le proprietà della pasta, invece, ricordiamo che si tratta di un alimento ricco di fibre ed è ideale per favorire il transito intestinale.

A differenza di quanti in molti possano far pensare, infatti, la pasta in sé non è un alimento che fa ingrassare, bensì è il condimento.

Grazie alla presenza di lunghe catene di zuccheri semplici e un moderato indice glicemico, inoltre, la pasta aiuta a sentirsi sazi per un bel po’ di tempo dopo averla mangiata. In questo modo contribuisce a ridurre la voglia di eventuali snack o comunque cibo spazzatura.