Salute

Riesci a trovare l’errore nel disegno? Ecco il test per allenare il cervello.

Fai questo gioco per tenere attiva la tua mente
Riesci a trovare l’errore nel disegno? Ecco il test per allenare il cervello.

Ogni giorno veniamo bombardati da miriadi di informazioni. Il nostro cervello è diventato multi-tasking, ma questo a volte porta a una mancanza di attenzione verso i dettagli.

Insomma, ci è sempre più difficile comprendere cosa sia importante e cosa sia irrilevante. Per riabilitare il nostro pensiero, bisogna tornare a usare un pensiero logico. Come?

Esercizi per allenare la mente

Per insegnare di nuovo alla nostra mente a prestare attenzione alle cose importanti, distinguendole, bisogna fare degli esercizi. Online ci sono diverse tecniche che potete trovare e giochi utili da fare anche con i vostri amici.

Facendo ciò, migliorerete la vostra memoria, il pensiero critico e ovviamente la concentrazione. Questi esercizi sono utili a tutti. Possono essere fatti da adulti e anziani per tenere in forma un muscolo ormai fermo e per i giovani per cercare di sviluppare l’attenzione che spesso manca.

Questo perché tra televisione, cellulari e computer siamo tutti sommersi da input che non sappiamo come gestire.


Secondo un professore dell’Università del Colorado, il professor Chirman, il cervello è un organo che va allenato come una qualsiasi altro muscolo. E questi esercizi andrebbero fatti quotidianamente, così da aumentare la propria attività cerebrale.

Vediamo un esercizio divertente e simpatico che potete fare subito. In questi due disegni che vi presenteremo più sotto, l’artista ha commesso due errori logici.

Osservate attentamente l’immagine e trovate l’errore!

L’hai trovato? Ti diamo un indizio: guarda dietro al ponte.

Eccolo! Il fiume non c’è dall’altra parte del ponte. L’elemento in effetti non salta subito all’occhio, per quanto sia importante. Questo è un esercizio semplice, ma vediamone un altro, leggermente più complesso. Magari non lo trovate al primo colpo, ma basta un po’ di attenzione e concentrazione per individuare il grave errore.

Vuoi la soluzione? Ti basta guardare il calendario e sapere che lì c’è scritto giugno.

Hai capito? Giugno ha 30 giorni, non 31! Non era poi così difficile, una volta interpretata la scritta. Il problema sta sempre nel concentrarsi abbastanza e prestare attenzione ai dettagli.