Claudio Amendola: la figlia è una doppiatrice Disney. La somiglianza è molto evidente. Ecco alcune foto

La figlia di Claudio Amendola, Alessia, è una doppiatrice Disney e assomiglia in modo incredibile al padre.

Claudio Amendola: la figlia è una doppiatrice Disney. La somiglianza è molto evidente. Ecco alcune foto

Alessia Amendola, figlia del famoso attore romano Claudio Amendola, ha una somiglianza incredibile con il padre. Nata dal matrimonio tra Claudio Amendola e Marina Grande, la ragazza non è figlia unica; dopo di lei sono nati Giulia e Rocco.

Quando è nata Alessia, Claudio Amendola aveva solo 20 anni; nonostante la giovane età, l’attore non si è mai pentito di essere diventato padre così presto.

Ecco chi è Alessia Amendola

Alessia è figlia d’arte; sia il nonno che il padre hanno una lunga carriera nella recitazione e lei non ha voluto essere da meno; ben presto, infatti, ha deciso di seguire le loro orme e di lanciarsi nel mondo della recitazione.

Nonostante il cognome illustre, tuttavia, la ragazza non ha cercato una facile ascesa e si è tenuta lontana dai riflettori; Alessia, infatti, ha intrapreso la carriera di doppiatrice, esattamente come il nonno Ferruccio.  

Tra i lavori che ha fatto, la figlia del popolare Claudio ha doppiato le voci di Violetta del film Disney-Pixar Gli Incredibili. A quanto pare, Alessia ha ereditato dal famoso nonno questa grande dote nel 2008, infatti, ha ricevuto diversi riconoscimenti, come quello del Miglior doppiatrice al Gran Premio Internazionale del doppiaggio 2008

Oltre alla carriera di doppiatrice, Alessia ha fatto la regista, sceneggiatrice e protagonista dello spettacolo teatrale Realiti.

Nata per miracolo

La nascita di Alessia è stato un momento di grande preoccupazione; da una parte c’era la gioia per la nascita, mentre dall’altra c’era paura per la sua vita. Alessia, infatti, è nata di sei mesi e mezzo e ha rischiato di morire; Claudio ricorda quel giorno così:

Alessia è nata di sei mesi e mezzo ed è nata praticamente morta. Ero in ospedale insieme ad altri ragazzi ventenni. Poi il mattino dopo ha lanciato un urlo e ho detto eccola là. Non posso ripetere quello che ha detto papà quando ha saputo che sarei diventato padre. Si è pentito subito di quello che ha detto. A me l’idea piaceva, ho capito che sarei diventato nonno giovane. Sono diventato nonno a 47 anni. Ti senti così giovane che quello potrebbe essere tuo figlio e invece è il figlio di tuo figlio.

, ,

Potrebbe piacerti anche: