La storia di Kenadie "Pollicina", la bambina che ha superato ogni previsione

Appena nata la piccola Kenadie Jourdin-Bromley pesava solamente 1100 grammi ed era alta meno di 28 cm

La storia di Kenadie "Pollicina", la bambina che ha superato ogni previsione

Nata nel 2003 in Ontario, Canada, la storia della piccola Kenadie Jourdin-Bromley è diventata in poco tempo virale.

La storia di Kenadie Jourdin-Bromley

Appena nata la piccola Kenadie Jourdin-Bromley pesava solamente 1100 grammi ed era alta meno di 28 cm. Affetta da una rara forma di nanismo, l'infermiera che la vide nascere la soprannominò fin da subito Pollicina per via della sue misure molto minute.

Vista la situazione quindi, la madre decise di farla battezzare lo stesso giorno della nascita, con i dottori che avevano informato la donna del fatto che Kenadie aveva alte probabilità di dover fare i conti con dei gravi danni cerebrali.

A tal proposito Brianne, la madre di “Pollicina”, qualche tempo fa nel corso di un'intervista rilasciata in un programma televisivo aveva raccontato: “L’abbiamo portata a casa, per lasciarla morire in pace”.

La vittoria di Pollicina

La piccola Pollicina, come tutti la chiamano, però, è riuscita a sfidare il destino e superare ogni previsione. Kenadie Jourdin-Bromley, infatti, è riuscita a sopravvivere ed è alta poco più di un metro.

Ha fatto molti sport, tra cui ad esempio il pattinaggio sul ghiaccio, attività che i medici avevano sconsigliato in quanto temevano che essendo così piccola potesse avere le ossa fragili.

Una notizia che rende sicuramente felici tutti e ovviamente più di tutti mamma Brianne che a tal proposito ha dichiarato: “Avere Kenadie ha sicuramente messo alla prova la mia fede, osservando la sua lotta non è facile.

È una realtà, so che la perderò, per un attimo perdo il fiato a pensarci. La mia speranza per il futuro di Kenadie è solo che sia felice e che trovi solo cose e persone che la rendono felice e la fanno sorridere”.

A sua volta il medico che l'ha seguito in questo percorso ha dichiarato: “Kenadie mi fa ridere, la sua risata è contagiosa. È impossibile non divertirsi in sua compagnia. È anche molto empatica, capisce quando ti fai male e ti viene ad abbracciare”.

,

Potrebbe piacerti anche: