Gossip

“A Silvio piaceva…” Francesca Pascale racconta dettagli segreti sulla relazione con Berlusconi

La liquidazione donata alla Pascale è sulla bocca di tutti.
“A Silvio piaceva…” Francesca Pascale racconta dettagli segreti sulla relazione con Berlusconi

La rottura tra Silvio Berlusconi e Francesca Pascale è ormai confermata; l’ex premier, dopo 10 anni insieme, ha deciso di intraprendere un percorso diverso da quello della giovane compagna.

La liquidazione della Pascale fa scalpore

Mesi fa, la notizia era stata messa a conoscenza tramite un comunicato di Forza Italia: [anche se l’amore è finito] continua a sussistere un rapporto di affetto e vera e profonda amicizia.

A questo punto, il Cavaliere ha deciso di “liquidare” l’ex fidanzata con una cifra da capogiro, ovvero un assegno da 20 milioni di euro ed un mantenimento pari ad un milione di euro all’anno.

Nei giorni scorsi, tutti i giornali hanno parlato di questo fatto, oltre a sottolineare che nel “pacchetto buonuscita” è presente anche villa Maria in Brianza. È proprio qui che la Pascale continuerà a vivere.

La splendida villa di Rogoredo di Casatenovo è situata in provincia di Lecco ed ha un valore di circa 28 milioni di euro; gli arredi sono molto particolari e costosi. 


All’interno della villa, poi, è in servizio un personale di una ventina di persone composto da inservienti, camerieri e giardinieri; a questi si aggiungono uno chef, un elettricista e un idraulico fissi per le eventuali piccole attività di manutenzione ordinaria e per il corretto funzionamento dei sistemi di domotica installati. 

La dichiarazione di Francesca Pascale

Molti si sono scandalizzati per l’incredibile cifra, ma la Pascale ha replicato:

Ho dedicato al presidente i miei migliori anni, mi ha sempre trattata come una regina, ora non posso mica tornare alla vita di prima.

Anche Vittorio Feltri ha smorzato le critiche: 

Leggo qua e là articoli e interventi sui social nei quali si deplora Silvio Berlusconi perché ha liquidato la ex fidanzata, Pascale, con la bellezza di venti milioni di euro e con un bonus di un milione all’anno.

Nella maggior parte dei commenti negativi colgo sentimenti di invidia sia verso la ragazza che ha riscosso sia verso l’uomo potente che ha sborsato. L’odio sociale in effetti è alimentato quasi sempre dal denaro: chi ne ha tanto è detestato da chi ne ha poco e deve combattere ogni giorno per sopravvivere.

Il Cavaliere ora è legato alla deputata calabrese di Forza Italia, la giovane Marta Fascina.