Gossip

Avete mai visto la sorella di Sophia Loren? Ha 82 anni e la figlia è un importante figura politica italiana. Di chi si tratta

"Pagò nostro padre..." la sorella di Sophia Loren ha 82 anni
Avete mai visto la sorella di Sophia Loren? Ha 82 anni e la figlia è un importante figura politica italiana. Di chi si tratta

La grandissima Sophia Loren ha una sorella, Maria Scicolone, che oggi ha 82 anni. La donna ha avuto una vita travagliata, iniziata con il mancato riconoscimento da parte del padre. Ma scopriamo qualcosa in più su di lei.

La sorella di Sophia Loren, Maria

Maria Scicolone è nata a Pozzuoli l’11 maggio del 1938. La sorella della Loren è opinionista televisiva e ha pubblicato tre libri di ricette. Nel 1962 sposò Romano Mussolini, pianista jazz e figlio di Benito Mussolini e Rachele Guidi.

Dalla loro unione nel 1962 nacque Alessandra Mussolini, mentre nel 1967 Elisabetta. I due divorziarono nel 1976 e Maria Scicolone convolò in seconde nozze con il cardiologo iraniano Abdoul Majid Tamiz.

La storia di Maria Scicolone, sorella di Sophia Loren


La storia di Maria e della sorella Sophia sono molto diverse, con la prima che ha dovuto affrontare il dramma di non essere riconosciuta da suo padre e non poter quindi firmare con il suo nome.

In un’intervista ha dichiarato: «Sophia ed io abbiamo lo stesso padre e la stessa madre, ma mio padre non mi ha voluta riconoscere. Questo mi ha condizionato molto nella vita. Mi vergognavo, anche per gli studi, perché non potevo firmare con il suo cognome. In quinta elementare, mia madre non voleva farmi fare neanche l’esame di ammissione perché altrimenti tutta Pozzuoli avrebbe saputo che non ero figlia di mio padre. A 38 anni, però, mi sono laureata in lettere».

 Il racconto di Alessandra Mussolini

È stata la figlia di Maria, Alessandra Mussolini ha raccontare il retroscena del cognome della madre. Sophia Loren è stata fondamentale per far riacquistare una dignità alla sorella che questa aveva sempre sentito assente.

«Lo ha pagato zia Sophia. Nonno era venuto a chiedere dei soldi a mia mamma e zia ha detto: vuole i soldi? Va bene, ma mia sorella deve avere il mio cognome. I soldi glieli ha dati lei. È una brutta storia, ma va raccontata», aveva spiegato.