Gossip

“Che ca**o, vaff*****o!” Patrizia De Blanck scatenata al GF VIP: cosa è successo?

Parolacce e insulti contro gli autori del Grande Fratello VIP
“Che ca**o, vaff*****o!” Patrizia De Blanck scatenata al GF VIP: cosa è successo?

Nel corso dell’attuale edizione del Grande Fratello VIP ne stanno succedendo di tutti i colori. Patrizia De Blanck è stata la quinta concorrente ad entrare nella famosa casa a bordo di un’Ape vintage. Come era successo per Cristiano Malgioglio, le è stata anche fornita una sistemazione privata, una camera singola per avere più privacy. Ma non tutto è andato nel migliore dei modi.

Patrizia De Blank al Grande Fratello VIP

Appena entrata nella Casa la contessa si rifugia nel suo pied-à-terre privato, ma non ha idea di come sistemarsi il letto. Nella stanza intima e colorata la aiutano Matilde Brandi e Dayane Mello. “Io non so fare niente, non potevo più farlo Grande Fratello”, ha detto la De Blanck a Matilde. Per continuare: “Sono piena di dolori, non posso muovermi” e nei confronti di Matilde e Dayane: “Come siete carine, siete proprio delle ragazze stupende. Grazie, non vi nominerò mai”.

Gli insulti agli autori


Il giorno dopo, però, la contessa non sembra più dello stesso umore conciliante del momento dell’ingresso. Appena sveglia, inizia a lanciare invettive e parolacce nei confronti degli autori che, secondo lei, le avrebbero fornito un letto troppo piccolo e scomodo nel quale non è riuscita a dormire.

Io vi annuncio che me ne vado, non ci rimango qua. – ha dichiarato. – Ma non posso rimanere in questa casa del c***o. In quella stanza sembra di stare a Broadway. Tutto illuminato che non ti dico. Devo stare tre mesi così? No, ma io me ne vado”. Gli autori le hanno intimato di indossare il microfono e di cambiare le batterie. “Ma quali batterie e microfono, ma vaff*****o. Io già sto con questa cosa e devo star così stamattina. Non metto niente. Io me ne voglio andare. Me ne vado. Mi sono rotta i cog****i. E non posso stare a Broadway con tutte le luci. La notte non ti mettono niente”. 

Ma non è finita: “Se le cose sono fatte bene, ma tu non puoi lasciare la gente così. Mi hanno tenuto tutte le luci accese. Un faro acceso. Che c***o. Tu capisci che io non devo star qui per ammalarmi e tornare a casa distrutta. Io me ne vado. Non ci rimango. E no, non gliel’ho detto. Vogliono che mi metto il microfono ma mi metto sto c***o e niente. Sono inc*****a nera”.