Spettacolo

“PlayBoy mi offrì cifre da capogiro” clamorosa rivelazione di Orietta Berti, come e quando è successo?

Tra le cantanti più apprezzate del mondo della musica nostrana, Orietta Berti è stata protagonista di una rivelazione inaspettata.
“PlayBoy mi offrì cifre da capogiro” clamorosa rivelazione di Orietta Berti, come e quando è successo?

Orietta Berti è senz’ombra di dubbio una delle cantanti più apprezzate del mondo dello spettacolo nostrano. Molto amata anche per la sua spontaneità, di recente, nel corso di un’intervista rilasciata al Corriere della Sera, ha raccontato alcune tappe della sua vita e della sua carriera, rivelando alcuni dettagli alquanto inaspettati.

Orietta Berti, gli esordi

In un’intervista rilasciata al Corriere della sera Orietta Berti ha ripercorso le tappe della sua vita e della sua carriera, rivelando alcuni retroscena inaspettati. Ha parlato dei suoi primi passi nel mondo dello spettacolo, quando iniziato cantando le canzoni tradotte della cantautrice belga Suor sorriso. A tal proposito ha infatti confessato:

“Avevo paura mi etichettassero come una suora. Ma quella era la condizione per poter andare al Disco per l’estate. Tutti gli ordini di suore e preti mi conoscevano, ai miei concerti vengono sempre tante suore, almeno due canzoni devo cantarle per loro”.

Ma non solo, Orietta Berti ha anche raccontato di aver dovuto fare i conti con le proposte di Playmen e Playboy. Le due riviste, infatti, le hanno chiesto di posare senza veli. Per fare ciò, ha rivelato la cantante “Mi offrirono cifre da capogiro”. La Berti, però, decise di rifiutare, anche perché

“Chi l’avrebbe sentite poi mia madre e mia suocera”.

Orietta Berti e Luigi Tenco


Sempre nel corso della stessa intervista Orietta Berti ha raccontato anche uno spiacevole episodio riguardante il suicidio di Luigi Tenco. Il biglietto d’addio lasciato dal cantante, infatti, diceva che il suo era un “atto di protesta contro un pubblico che manda Io, tu e le rose in finale”.

Un episodio, ha raccontato Orietta Berti, che ha finito per per atto di protesta contro un pubblico che manda Io, tu e le rose in finale In particolare ha spiegato che vi è stato un periodo, nel corso della sua carriera, durante il quale

“nell’ambiente mi schivavano tutti, i giornalisti non volevano intervistarmi e pensare che erano stati loro a non ripescare la canzone di Tenco”.

Allo stesso tempo la Berti ha sottolineato di essere convinta

“che il biglietto non lo avesse scritto lui, c’erano due errori di ortografia che mai avrebbe fatto. Per quella storia sono stata messa nell’angolo”.