Curiosità

Chi è il figlio di Schumacher? Si chiama Mick e ha già firmato un contratto con la Ferrari! Foto

Si chiama Mick Schumacher ed è il figlio del campione di Formula Uno Michael Schumacher
Chi è il figlio di Schumacher? Si chiama Mick e ha già firmato un contratto con la Ferrari! Foto

Figlio del pilota di Formula Uno Michael Schumacher, chi è e cosa fa nella vita Mick Schumacher? Scopriamolo assieme!

Chi è Mick Schumacher

Proprio come il padre, Mick Schumacher sembra avere tutte le carte in regola per diventare un grande campione. Nato a Vufflens-le-Chateau in Svizzera, il 22 marzo dell’1999, suo padre è infatti il sette volte campione di Formula Uno Michael Schumacher. La madre è Corinna Betsch, nota cavallerizza. Mick Schumacher ha anche una sorella di poco più grande, che si chiama Gina-Maria Schumacher e che è famosa per essere una campionessa di reining, una particolare branca dell’equitazione.


Mick Schumacher vive a Gland, vicino Ginevra, in una meravigliosa villa affacciata su un lago fatta costruire dal padre Michael Schumacher. Proprio in questa villa blindata si trova al momento il padre, controllato da medici e infermieri dopo l’incidente avuto sugli sci. Particolarmente attivo sui social, dove vanta tantissimi follower, Mich Schumacher condivide solo foto inerenti il suo lavoro. Molto riservato, della sua vita privata e sentimentale non si sa al momento nulla.

Mich Schumacher, la sua carriera

Il figlio di Michael Schumacher ha iniziato a correre sui Kart nel 2008. In seguito corre con la casa automobilistica René Rosin, che lo conduce nella classe KF3 dell’ADAC Kart Masters dove resta fino al 2012. È arrivato terzo all’Euro Wintercup della classe KF3, per poi classificarsi al decimo posto in Formula 4. Nel 2018 ottiene la super-licenza per poter arrivare in top class. A soli 19 anni è diventato campione di Formula 3 e nel gennaio del 2019 ha firmato un contratto da collaudatore con la Ferrari.

Con il sogno nel cassetto di diventare un grande pilota proprio come il padre. A tal proposito, in un’intervista rilasciata al podcast ufficiale della F2 aveva dichiarato.

“Corro con i consigli di mio padre. Mi ha dato molti suggerimenti e mi ha svelato diversi trucchi, ma soprattutto mi ha anche lasciato libero di fare errori perché attraverso gli errori impari di più ed è qualcosa che lui sapeva”. Per poi aggiungere: “Quindi ho fatto alcuni errori e così, da loro, ho imparato. Insomma sono cresciuto più in fretta fino a diventare il pilota che sono adesso. E direi che è andata molto bene!”.