Salute

Flautulenza quando mangi legumi? Puoi evitarla. Ecco cosa devi fare

Se il legumi ti causano aria nella pancia ci sono dei metodi per evitare che accada. Ti diciamo quali
Flautulenza quando mangi legumi? Puoi evitarla. Ecco cosa devi fare

I legumi sono un cibo straordinario, una ricca fonte di proteine vegetali, dal sapore ottimo e che si prestano a molti piatti ed esecuzioni.

D’inverno una calda zuppa di lenticchie, o di fagioli, o semplicemente cotti assieme alla pasta sono una vera leccornia.

E che dire dei ceci, che con il loro sapore neutro permettono di mischiarli a tanti altri alimenti.

Ma purtroppo, per alcuni, hanno un brutto effetto collaterale: il gonfiore addominale e la classica “aria” nella pancia. Perché succede questo?

Il perchè dell’aria nella pancia

I legumi contengono gli oligosaccaridi, zuccheri caratterizzati da molecole piuttosto grandi che il corpo umano non riesce a digerire a causa della mancanza di un particolare enzima la cui funzione è proprio quella di ‘spezzettare’ questi zuccheri complessi in zuccheri semplici.

Ecco perché, una volta giunti nell’intestino, sono i batteri che qui vivono a metabolizzarli: tale processo, tuttavia, produce il fastidioso gas che ci provoca il classico gonfiore addominale.


Questi effetti sono particolarmente evidenti anche in chi li mangia raramente. Ciò è dovuto al fatto che i batteri nel nostro sistema digerente disimparano a digerire le fibre di questi alimenti.

Come evitare

Per evitare questi effetti collaterali esistono delle tecniche per rendere più digeribili i legumi.

Ad esempio prima di consumarli è necessario lasciarli a bagno in abbondante acqua per parecchie ore, magari tutta la notte, cambiandola spesso. Per cucinarli, poi, è necessario utilizzare nuova acqua (e non quella in cui li abbiamo lasciati a bagno). 

Altro trucco, inoltre, è quello di accompagnare la cottura dei legumi alle patate, capaci di assorbire gli zuccheri residui.

Un trucco della nonna, infine: un paio di foglie di alloro nell’acqua di cottura li rende più digeribili. Provare per credere!

ra i metodi per evitare effetti indesiderati quando mangiamo legumi c’è quello di mangiarli più spesso. In questo modo la nostra flora batterica saprà digerirli a dovere.

È, inoltre, fondamentale rispettare i tempi di ammollo. Molti legumi secchi prima di essere cucinati vanno tenuti in acqua per molte ore. Questa fase non solo li ammorbidisce in vista della cottura, ma elimina anche un pò degli oligosaccaridi responsabili della flatulenza. È, quindi, bene avere pazienza e aspettare il tempo necessario prima di cucinare questi cibi.