Salute

Attenzione ad acquistare questi cibi, potrebbero essere pieni di pesticidi.

Alcuni tipi di frutta e verdura sono ricchi di pesticidi, vediamo quali sono e come possiamo tutelarci.
Attenzione ad acquistare questi cibi, potrebbero essere pieni di pesticidi.

A volte il cibo che portiamo in tavola, e che dovrebbe aiutarci a stare bene, a vivere in salute, come la frutta e la verdura, ha invece l’effetto opposto.

Da alcuni studi infatti si evince una situazione non molto rassicurante, che riguarda soprattutto i prodotti di derivazione estera, i quali sarebbero ricchi di pesticidi e prodotti chimici.

Questo ovviamente sarebbe un grande rischio per la nostra salute.

Secondo quanto riportato dalla EWG Science Team, proprio i due frutti più importanti di questa stagione sarebbero tra i più portati a subire trattamenti fungicidi.

I cibi più contaminati

La mela infatti è un frutto attaccato da molti insetti, tra cui la mosca della frutta e il punteruolo, oltre che dai roditori, che vengono allontanati anch’essi dagli erbicidi.

La stessa cosa vale per le pere, spesso attaccate da funghi e parassiti e per questo trattate coi fitofarmaci.

Un altro frutto stagionale, l’uva, va lavato bene al momento di portarlo in tavola. Certi vitigni infatti contengono talmente tanti pesticidi, da costringere i residenti all’intervento delle forze dell’ordine preposte.

Per questo bisogna prestare particolare attenzione all’uva importata da altri Stati, soprattutto non europei, che non hanno gli stessi divieti e le stesse normative di sicurezza vigenti in Italia.


Altri alimenti carissimi dagli italiani ma spesso importati da altri Paesi sono patate e pomodori, sui quali si utilizzano pesticidi che addirittura in Europa sono fuori legge da anni.

Spesso in cima alla lista delle verdure con più pesticidi troviamo cavoli e spinaci, forse a causa della loro conformazione naturale, che tende a trattenerli maggiormente.

Come tutelarci

Ma possiamo tutelare la nostra salute dall’assunzione di queste sostanze, mettendo in pratica alcuni semplici accorgimenti che vi andremo a elencare.

Innanzitutto come prima cosa quando possibile acquistate cibo proveniente da agricoltura organica, ovvero da coltivazioni in cui non dovrebbero essere utilizzati pesticidi e fertilizzanti chimici.

Certo questi prodotti costano un po’ di più ma magari potreste scoprire che non lontano da casa esiste un coltivatore locale di fiducia o iscrivervi, per contenere le spese, a un gruppo di acquisto solidale.

Altro consiglio abbastanza ovvio: lavate attentamente frutta e verdura con acqua e bicarbonato, anche se non rimuovere tutti i pesticidi, aiuta molto.

Se potete sbucciate gli alimenti prima del consumo: a parte alcuni pesticidi che attraversano la buccia e penetrano all’interno, la maggior parte di essi rimane concentrato sulla scorza esterna.

Infine se ne avete la possibilità, coltivate qualcosa nel vostro orto, in giardino o nei vasi sul balcone.

Oltre a mangiare più sano e controllato, vuoi mettere la soddisfazione?