Viaggi

E’ considerato uno dei 30 posti più affascinanti del pianeta. Questa perla nascosta si trova in Italia

Il Vallone dei Mulini, a Sorrento, in provincia di Napoli, è uno dei luoghi abbandonati tra i più fotografati al mondo.
E’ considerato uno dei 30 posti più affascinanti del pianeta. Questa perla nascosta si trova in Italia

L’Italia è un Paese meraviglioso ricco di posti suggestivi da visitare.

Uno di questi si trova al sud, a Sorrento, in Campania, nel pieno della terra dei limoni.

Il Vallone dei Mulini, in provincia di Napoli, pur non essendo tra i siti turistici più frequentati di Sorrento, è stato inserito dal famoso sito giornalistico americano Buzzfeed, che conta oltre 80 milioni di visite, nella sua lista dei 30 luoghi più affascinanti del pianeta.

È infatti uno dei luoghi abbandonati più raggiunti e fotografati del mondo ma rischia di scomparire per via di eventi naturali, come le frane, che lo colpiscono continuamente.

Come è nato il Vallone

Il Vallone dei Mulini è una valle nata da un’eruzione dei Campi Flegrei, l’area vulcanica a nord-ovest di Napoli, circa 35.000 anni fa.

In seguito alla potente eruzione l’accumulo di detriti unito  all’azione erosiva dell’acqua di due ruscelli, il Casarlano e il Sant’Antonino, hanno determinato la morfologia del territorio; l’azione dell’acqua, infatti, ha contribuito a creare un solco e scavare la valle.


Se ci si affaccia dalla ringhiera di via Fuorimura di Sorrento il Vallone dei Mulini appare come un profondo solco che squarcia la montagna.

Il nome è dovuto alla presenza di un vecchio mulino, utilizzato nei tempi antichi per la macinazione del grano, accanto al quale esisteva anche  una segheria, alimentata dalle acque che scendevano dalle colline.

Vi si trovava anche un lavatoio pubblico, dove le donne del popolo andavano a fare il bucato, rendendo il posto un luogo vivace, in cui si incontravano gli abitanti del posto, grazie anche alla sua vicinanza con il porto e la Marina Piccola di Sorrento.

Perché è stato abbandonato

Per costruire Piazza Tasso nel 1866 venne riempita parte della valle; questo  causò l’isolamento del vallone, chiudendo tutte le vie di comunicazione e determinando condizioni climatiche invivibili per l’uomo.

Infatti l’umidità della zona aumentò fino a toccare punte dell’80%, non permettendo più agli uomini di continuare a vivere e lavorare in questa zona.

Il Vallone dei Mulini di Sorrento faceva parte di un insieme di cinque Valloni, e il suo declino è un esempio di come l’uomo possa influenzare il paesaggio che lo circonda con il suo intervento.

 Per fotografare questo suggestivo posto si va da Piazza Tasso, al centro di Sorrento, alla ringhiera di Via Fuorimura.

Ma l’accesso non è consentito ai visitatori poiché si tratta di una proprietà privata.

Segui Viaggiare al Verde su Google News