Spettacolo

La tragedia di Jeanne Covey di “Vite al Limite” commuove i fan, ecco com’è andata e come sta oggi.

La triste storia di Jeanne Covey a Vite al Limite che spinge i dottor Nowzaradan ad offrirle supporto
La tragedia di Jeanne Covey di “Vite al Limite” commuove i fan, ecco com’è andata e come sta oggi.

Sono in molti a seguire con partecipazione le storie raccontate nel programma di Real Time Vite al limite, che narra di persone che combattono contro la loro obesità patologica con l’aiuto del Dottor Nowzaradan.

La maggior parte di queste persone è arrivata al punto in cui si trova, al limite appunto, spesso per problemi e traumi risalenti all’infanzia.

Il dottore si mostra sempre molto fermo nell’accompagnare i suoi pazienti verso una consapevolezza che li porti a cambiare finalmente abitudini e stili di vita, ma a volte anche per lui è difficile affrontare certe storie.

Come quella raccontata da Jeanne Covey, che ha partecipato alla settima stagione del seguitissimo programma.

La storia di Jeanne

La donna, che aveva 39 anni all’epoca della partecipazione al programma americano, nel 2019, è originaria di Big Sandy (Texas) ed era arrivata a un peso di 319 kg.

vite al limite jeanne covey

I suoi problemi con il cibo risalgono all’infanzia, come raccontato dalla madre che l’aveva accompagnata a Houston al cospetto della chirurgo bariatrico.

A soli 5 anni Jeanne rubava cibo e snack dalla dispensa per vendicarsi della nonna con cui stava che la trattava in modo rude e violento, tanto che a soli 9 anni la bambina già pesava 90 kg.


In più sempre da piccola era stata molestata dal compagno della madre.

Durante il racconto le telecamere giunte a casa sua hanno rivelato poi una situazione ancora più disastrosa, con condizioni igieniche precarie in un ambiente abitato anche da ben 9 cani e un padre affetto da malattia mentale.

Una volta iniziato il percorso però, un nuovo dolore per Jeanne. Appena arrivata a Houston la madre ha avuto dei problemi di salute che ne hanno reso necessario il ricovero.

Il lutto

E la malasorte ha continuato a perseguitare la donna, in quanto poco dopo aver iniziato la partecipazione al programma, ha dovuto abbandonare perché il padre è stato trovato morto in casa, e nessuno poteva occuparsi dei 9 cani.

Per questo motivo i suoi risultati saranno pressoché nulli, con un calo di peso di soli 14 kg, arrivando appena a 304 kg.

Ma la sua storia e i suoi drammi saranno talmente incredibili da sconvolgere il dottor Nowzaradan, che decide di mettere a disposizione della donna un terapia sta per aiutarla in un momento tanto drammatico.

Jeanne oggi

Jeanne non usa spesso i social, ma da quel poco che si riesce a trovare pare che comunque abbia continuato a perdere peso.

Sicuramente la sua vita sarà cambiata.