Viaggi

Ecco perché si dice “Vedi Napoli e poi muori”. La credenza popolare non sbaglia!

Questa frase l’abbiamo sentita molto spesso, ma sapete cosa significa davvero e da dove ha origine?
Ecco perché si dice “Vedi Napoli e poi muori”. La credenza popolare non sbaglia!

Da sempre si sente dire la popolare frase Vedi Napoli e poi muori, ma sapete davvero da dove deriva e cosa significa?

“Vedi Napoli e poi muori”

Questa affermazione è davvero molto famosa, ma solo pochi sanno che deriva da una traduzione di una frase tedesca, Siehe Neapel und stirb, coniata dal poeta Johan Wolfgang van Goethe.

In queste poche parole, il poeta ha voluto racchiudere tutte le emozioni e le sensazioni che la città di Napoli gli ha regalato durante il suo soggiorno, dal clima alla gente, dai monumenti alla bellezza del sole e del paesaggio.

Goethe ha descritto l’essenza di Napoli

Goethe ha descritto la bellezza infinita che vedeva attorno a sè; proprio a Napoli, infatti, il poeta ha imparato a vivere in un modo diverso da quello al quale era abituato. Ha conosciuto la forza degli abbracci, il calore di un sorriso in un giorno di pioggia e la bellezza del sole, emozioni molto differenti dalla freddezza e rigidezza propri del suo paese di nascita.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da LOVES_NAPOLI_ (@loves_napoli_)

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da LOVES_NAPOLI_ (@loves_napoli_)


Il poeta ha conosciuto ed amato il sole che illumina del vie del centro, mostrando una vita fatta di persone che offrono un sorriso anche ad estranei; Goethe è riuscito a carpire la bellezza di questa città così bella e così complicata, offrendo a tutti una frase davvero significativa.

L’arrivo del poeta e drammaturgo in Italia

Nel 1786, il poeta è in un momento difficile della propria vita; afflitto dai continui rifiuti della sua amata e insoddisfatto dal punto di vista professionale, decide di allontanarsi da Weimar e intraprende un viaggio in Italia.

I luoghi che il poeta visiterà risulteranno decisivi nella sua vita, ma la città che lascerà il segno nel suo cuore sarà proprio Napoli. Sarà qui che Goethe proverà le sensazioni più forti e che vedrà con occhi nuovi la vita:

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da LOVES_NAPOLI_ (@loves_napoli_)

Tutti sciamano per la strada, tutti siedono al sole finché non cessa di splendere.

Il napoletano è convinto d’avere per sé il paradiso e si fa un’idea ben triste delle terre del settentrione: sempre neve, case di legno, gran ignoranza, ma denari assai.

E così come si vuole che chi abbia visto uno spettro non possa più ritrovare l’allegria, si potrebbe dire all’opposto che mio padre non potè mai essere del tutto infelice, perché il suo pensiero tornava sempre a Napoli.