Viaggi

La classifica delle città con maggiore benessere nell’anno del covid: Crotone è l’ultima. Ecco la prima

Una classifica delle città italiane più vivibili. Vediamo le varie posizioni
La classifica delle città con maggiore benessere nell’anno del covid: Crotone è l’ultima. Ecco la prima

Anche quest’anno Il Sole 24 Ore ha svolto un’indagine sulla qualità della vita delle varie province italiane, per raccontare stavolta anche l’impatto che ha avuto il Covid sulle stesse.

Per la valutazione si utilizzano 90 indicatori, suddivisi in categorie:  ricchezza e consumi; affari e lavoro; ambiente e servizi; demografia e salute; giustizia e sicurezza e cultura e tempo libero.

Tra i parametri è stato inserito anche l’indice dei casi Covid rilevati ogni mille abitanti per far capire la pressione differente sui sistemi sanitari e sulla quotidianità delle persone.

Le città più penalizzate

È emerso che sono proprio le città del nord, che purtroppo hanno avuto una maggior diffusione del Covid, ad essere maggiormente penalizzate.

Come Milano che perde il primo posto della classifica e scende di 11 posizioni, o Brescia che scende di 27 arrivando al 39esimo posto, Bergamo si piazza 52esima perdendo 24 posizioni e Monza e Brianza che crolla addirittura di 55 posizioni arrivando 61esima.

Ai primi posti


Al primo posto troviamo Bologna, che quindi è la città italiana con la migliore qualità della vita guadagnando 13 posizioni rispetto all’anno precedente, e per ultima Crotone.

Con Bologna sul podio Bolzano e Trento, e nella top ten Verona al quarto posto, Trieste quinta , Udine , Aosta che è scesa di tre posizioni in un anno, Parma che sale invece di due, Cagliari che recupera ben 11 posizioni e infine Pordenone, in recupero di tre posti rispetto al 2019.

A precedere Crotone al 107esimo posto, Caltanissetta e Siracusa.

Gli elementi che decretano la bassa qualità della vita e quindi assegnano posti bassi sono tra gli altri un fragile tessuto economico e carenze strutturali dei servizi pubblici.

La crisi dovuta al Coronavirus inoltre ha penalizzato anche le aree metropolitane di attrazione turistica, in primis la città lagunare Venezia che arriva 33esima con un calo di 24 posizioni, seguita da Roma 32esima e -14, Firenze 27esima e -12 e infine Napoli scesa al 92esimo posto ovvero -11.

E della mancanza di turisti risentono anche le cittadine di mare: peggiorano infatti le province di Puglia e Sardegna (fatta eccezione per Cagliari e Foggia), Rimini che perde 19 posizioni rispetto allo scorso anno, Salerno, Siracusa e Ragusa.