Spettacolo

Le incredibili foto della “reggia” di Francesco Facchinetti. Due piscine, sala giochi e un giardino da sogno. Le Foto

Una bellissima villa quella di Francesco Facchinetti, un mix tra oggetti del passato e altri iper tecnologici
Le incredibili foto della “reggia” di Francesco Facchinetti. Due piscine, sala giochi e un giardino da sogno. Le Foto

Francesco Andrea Facchinetti, figlio del grande Roby Facchinetti, ha esordito nel mondo della musica con il nome DJ Francesco, ma da allora ne è passata di acqua sotto i ponti e oggi ha fatto strada sia nel campo professionale, diventando un apprezzato conduttore oltre che cantante, sia in quello affettivo.

Dopo diverse storie, tra cui ricordiamo la più famosa con la bella Alessia Marcuzzi dalla quale è nata una splendida bambina, oggi Francesco è sposato con  la modella brasiliana Wilma Helena Faissol,dalla quale ha avuto Leone e Lavinia Angelica Catherine.

La villa

Assieme a loro e alla figlia che la moglie ha avuto precedentemente, Charlotte, vivono in una splendida villa in Brianza a Mariano Comense, costruita su un terreno di famiglia.

Quando mia madre mi ha detto che avrei potuto costruire sul terreno di mio nonno, nostro da quattro generazioni, è stata un’emozione

aveva dichiarato un pò di tempo fa. Ma com’è questa splendida casa? Un perfetto miscuglio tra tecnologia, arte e cultura, immersa nel verde, con elementi moderni e antichi, insomma, casa Mia (così si chiama, come la figlia avuta dalla Marcuzzi) è impossibile da etichettare.

Volevo una casa che fosse autosufficiente, e in parte lo è grazie a un impianto fotovoltaico, a uno geotermico e a pompe di calore, in classe A, senza cemento e con materiali naturali, e per questo ho scelto una struttura in legno, e molto luminosa. Infine desideravo una casa a prova di amici e famiglia: con poche stanze da letto ma comunque adatta alla compagnia


aveva detto Francesco.

Gli interni

All’interno tra gli oggetti accumulati nel corso della sua carriera ne troviamo anche alcuni acquistati al mercatino dell’usato e altri di valore come le sedie cinesi del 1700 nel salotto, accostate ad un tavolo di Philippe Starck (uno dei principali designer europei contemporanei ndr.) il tutto su un pavimento di parquet scuro.

Tra le particolarità lo studio personale di Francesco che ha attaccato al soffitto una enorme scultura che rappresenta un sub e funge da lampadario.

E visto che bisogna rimanere bambini non può mancare una sala giochi, che ha al suo interno tanti videogiochi vintage e alle pareti alcune maglie regalate da grandi campioni dell’Inter.

Un’altra chicca della casa sono le due piscine, una di acqua salata in giardino e una coperta da utilizzare in inverno

Segui Viaggiare al Verde su Google News