News

Rider rapinato: arrestati alcuni dei rapinatori infami. Ecco i dettagli

Alcuni fermi per la rapina al rider di Napoli e recuperato lo scooter dell'uomo
Rider rapinato: arrestati alcuni dei rapinatori infami. Ecco i dettagli

Da ieri un video è diventato virale e per una volta diciamo per fortuna, si tratta del video che immortala una brutale rapina ai danni di un rider (che effettua consegne a domicilio ndr) da parte di un gruppo di giovani che lo hanno picchiato per impossessarsi dello scooter, girato da un residente della zona.

E che poi è stato divulgato dal consigliere regionale di Europa Verde Francesco Emilio Borrelli che ha scritto

  Ho ricevuto un video sconvolgente su un’aggressione a un rider che sarebbe avvenuta intorno alle 20:30 a Calata Capodichino a Napoli. Lo abbiamo subito girato alle forze dell’ordine. Chi è vittima di una tale barbarie va aiutato dalla parte sana della città

Ritrovato lo scooter

E’ di queste ore la notizia che sono stati fermati alcuni dei ragazzi autori del deplorevole gesto e recuperato il mezzo davanti l’abitazione di uno di loro.

Ha commentato il sindaco Luigi De Magistris


L’aggressione al rider avvenuta a Napoli è una pagina indegna e criminale in un momento così terribile. Evidenzia la precarietà di un lavoro non di rado espletato senza adeguate garanzie; la violenza di una banda di criminali che agisce indisturbata senza che nessuno intervenga; la desertificazione dei territori dovuta ad una pandemia che sta piegando le nostre città

Grande solidarietà

Per aiutare l’uomo, che si chiama Gianni, è stata grande la generosità dei napoletani, e non solo, che hanno un grande cuore, e hanno donato quello che potevano per permettere all’uomo di continuare il proprio lavoro, come comunica sempre Borrelli

Sulla mia pagina Facebook ci sono già tante dimostrazioni di solidarietà concreta, tra cui quella di un calciatore che ha offerto 2.500 euro ( pare si tratti di Mohamed Fares, giocatore algerino della Lazio, ndr). Ci sono diversi imprenditori napoletani che, malgrado il periodo di crisi, hanno offerto posti di lavoro

Anche Gianni ha voluto ringraziare

Per 27 anni ho fatto il macellaio nelle grandi catene di supermercati. Sono disoccupato e per questo motivo ho cominciato a fare le consegne. Ringrazio il cuore dei napoletani per le donazioni arrivate. Il mio sogno è quello di tornare a fare il mio lavoro, il macellaio

Segui Viaggiare al Verde su Google News