News

Scontro feroce tra Salvini e Lucia Annunziata “Covid uscito dai laboratori di Wuhan”. Chi ha ragione?

Un'accesa discussione tra il leader della Lega e la giornalista sulle responsabilità della Cina
Scontro feroce tra Salvini e Lucia Annunziata “Covid uscito dai laboratori di Wuhan”. Chi ha ragione?

La trasmissione di Lucia Annunziata Mezz’ora in più è stata la vetrina di uno scontro tra la conduttrice e l’ospite, il leader della Lega Matteo Salvini, sulle origini del virus del Covid che sta devastando il mondo intero.

Le affermazioni perentorie di Salvini non sono state ben accolte dalla padrona di casa che ha cercato più volte di sviare il discorso.

E’ agli atti

L’esordio e l’attacco dell’uomo

Se in Cina qualcuno avesse evitato di fare fottutissimi esperimenti su un virus  che ha contagiato il resto del mondo oggi staremmo parlando di altro

ha provocato una reazione abbastanza seccata della Annunziata che continuava a dire: “Ma questo non è provato…” ottenendo solo un insistere di Salvini:È agli atti che il virus sia uscito dai laboratori di Wuhan, è evidente”; dove siano poi questi atti non ci è dato saperlo, ma tant’è.

E qui la risposta di Lucia Annunziata ha mostrato tutta la sua intenzione a cambiare discorso con un diplomatico: “Ma non mi porti su terreni scivolosi, perché non abbiamo le prove.”


Il leader della Lega non si lascia intimidire e insiste: “Ma da dove è partito? Da Marte? Non dico che l’abbiano fatto apposta. Il virus è partito dalla Cina e per quattro mesi hanno taciuto, quattro mesi devastanti”

Su quest’ultima affermazione si trova infine un punto di incontro con l’ammissione della conduttrice  “Lo abbiamo sempre detto che la Cina non è stata trasparente”.

Per chiudere il discorso Salvini ha voluto sottolineare ancora una volta

Il virus che ha devastato il mondo e il vaccino sono casualmente partiti dalla Cina che è l’unica economia al mondo che cresce nel 2020. Dalla Cina hanno mentito e taciuto per 4 mesi e poi sono partiti prima con il vaccino

Nè destra nè sinistra

Tra gli altri temi l’identità politica, su cui Matteo ha dichiarato

Io non mi sento di destra, sono categorie vecchie. Ci sono scelte diverse, io non ritengo che Renzi sia di sinistra, né Zingaretti. Superiamo queste distinzioni, io sono liberale e conservatore: per la libertà

Segui Viaggiare al Verde su Google News