News

“Una dose sprecata..” Dopo il vaccino l’anziano riceve decine di commenti negativi. Il motivo

Il vaccino a Basilio Pompei, ultracentenario, fa infiammare gli animi sui social
“Una dose sprecata..” Dopo il vaccino l’anziano riceve decine di commenti negativi. Il motivo

E’ iniziata ufficialmente la somministrazione dei vaccini e oltre le polemiche dei no-vax, si polemizza anche sull’età degli aventi diritto, visto che si è deciso di cominciare dai più anziani.

E il più anziano in Toscana ad averlo ricevuto è Basilio Pompei, 103 anni, deportato e sopravvissuto ad un campo di concentramento durante la seconda guerra mondiale e, si spera, anche al covid.

C’è un’età per sperare?

Nonno Basilio ha passato una intera vita in macelleria ed ora è ospite della Rsa San Biagio a Dicomano, nel Fiorentino.

Ma proprio la sua età è stata il motivo per il quale l’uomo è stato fortemente criticato sui social con orribili frasi quali


“Una dose sprecata”, “A 103 anni doveva essere lui a rifiutarla”, “Facciamo morire i quarantenni e vacciniamo i centenari”, “Sempre negativo e gli fanno il vaccino”, “Le cavie servono…”

Reazioni indegne rese note da Giampaolo Giannelli, vicecoordinatore di Forza Italia della provincia di Firenze, che ha voluto parlarne a La Nazione

 Basilio è stato fatto oggetto di vergognosi ed intollerabili attacchi da parte dei soliti odiatori della rete. Quello che gli haters non sanno è che c’è un protocollo ben preciso che riguarda l’ordine di effettuazione del vaccino. Per motivi forse non comprensibili da queste persone, ospiti ed operatori presenti nelle Rsa, essendo i soggetti più fragili devono ovviamente essere vaccinati per primi, tutti ed indistintamente. Ben oltre i commenti beceri ed indegni di essere letti in un paese civile, a meno che non si pensi che sia giusto far morire tutti coloro che superano una certa soglia di età

Nonno Basilio va avanti

Polemiche sterili e inutili, a cui nonno Basilio risponde semplicemente

per me non fa nessuna differenza. A 103 anni di vaccini ne ho fatti di tutti i colori e questo non aveva niente di diverso dagli altri. Se poi qualcuno scrive o commenta, io non ho proprio nulla da dire…Ho girato tutta l’Europa , ho fatto il militare in un sacco di posti. Di questa storia non ne so niente. Io ormai sono come una pianta inerte, che non si cura di nulla

Segui Viaggiare al Verde su Google News