Spettacolo

“Ho un pene sproporzionato..” La confessione choc del cantante italiano che non vi sareste mai immaginati. Ecco chi è

L'opinionista del "Grande Fratello VIP" ha raccontato a Cruciani dettagli inediti della sua vita sessuale.
“Ho un pene sproporzionato..” La confessione choc del cantante italiano che non vi sareste mai immaginati. Ecco chi è

Io superdotato? No, non esageriamo. Ma di sicuro sproporzionato sì.

Sapreste indovinare chi ha detto queste parole? No, non stiamo parlando di Rocco Siffredi, bensì di un cantante italiano che, in questo periodo, è molto popolare in televisione come opinionista.

Avete capito di chi si tratta? E’ proprio lui, il cantante toscano Pupo.

Pupo senza freni

Intervistato da Giuseppe Cruciani per Radio 24, Enzo Ghinazzi si è aperto a dettagli inediti, confessando aspetti della sua vita sessuale senza alcun imbarazzo:

L’eccesso mi piace ancora, è un po’ il veleno che se usato in dose infinitesimali, fa bene.


I film porno? Ogni tanto li guardo, se una scena è fatta bene possono servire da stimolo. Ma per farli non ho più l’eta.

Quanto ce l’ho lungo? Mi sono sempre misurato a occhio ma sono sproporzionato, quello sì, diciamo tra i 15 e i 20 centimetri.

Il cantante toscano è guarito dalla sua dipendenza da sesso

Per l’occasione, l’opinionista del Grande Fratello vip ha parlato anche della sua nota dipendenza da sesso, che dice di avere ormai superato, e di un periodo in cui ha avuto rapporti omosessuali:

La verità è che ho avuto un periodo di sesso compulsivo molto lungo e qualche volta c’è stata anche l’omosessualità. Attivamente, ma ti assicuro che non conta niente, anzi la passività è meravigliosa. Il top per un uomo è fare l’amore, introdurre il sesso eretto nella vagina e nello stesso tempo avere qualcosa che ti stimola la prostata.

Una volta sono entrato all’area di servizio di Modena e ho avuto un incidente, con la macchina sono entrato dentro la vetrina frantumando tutto. Mentre aspettavamo la polizia sono entrato dentro l’edicola dell’autogrill e in un momento di compulsività ho fatto sesso con la ragazza che vendeva i giornali. La polizia mi cercava, sono tornato dopo un’ora e mezzo. Mentre il mio manager aspettava la polizia, io mi sono dileguato, sono entrato dentro l’edicola e mi sono sfogato con la ragazza. Lei sul momento mi dice, ‘ma cosa fai, Pupo ma cosa fai’, però poi c’è stata!

Oggi, grazie all’affetto delle sue compagne, Pupo è sereno:

Oggi ho raggiunto un equilibrio, sono guarito grazie a un percorso di sofferenza con due donne meravigliose. Sto con Anna, mia moglie, e Patricia che non è mai stata la mia amante. Da quando l’ho conosciuta è iniziata la mia guarigione.

Segui Viaggiare al Verde su Google News