Curiosità

Randy Statum di ‘Vite al Limite’: pesava ben 300 kg ma il suo caso è stato diverso dagli altri. Cos’è successo

Randy Statum ha chiesto l'aiuto del dottor Nowzaradan per riprendere in mano la propria vita. Ecco la sua storia.
Randy Statum di ‘Vite al Limite’: pesava ben 300 kg ma il suo caso è stato diverso dagli altri. Cos’è successo

Il popolare programma televisivo Vite al Limite ci ha abituato ad un copione che, purtroppo, molto spesso si ripete. Il più delle volte, infatti, i protagonisti di queste storie sono legati tra loro dall’aver vissuto un’infanzia difficile o traumatica e dall’aver sfogato sul cibo le violenze subite nel corso degli anni.

La storia di Randy Statum

Questo, però, non è il caso di Randy Statum, comparso nella nona puntata della quarta stagione del programma.

L’uomo non ha avuto un rapporto difficile con la sua famiglia d’origine; al contrario, ha vissuto un’infanzia felice. Legatissimo ai suoi genitori, Randy è stato introdotto prestissimo al mondo dello sport. Il padre, che gli faceva da allenatore, lo ha sempre spinto ad irrobustirsi e ad essere massiccio; forse per questo, in prima media pesava già 81 chilogrammi.

Il suo peso continua a crescere in modo esponenziale; alle superiori Randy raggiunge i 130 chilogrammi e, il giorno del suo matrimonio con Danielle, tocca i 182 chilogrammi. All’epoca aveva appena 22 anni.


Il peso maggiore lo raggiunge, però, a 35 anni, quando decide di dare una svolta alla propria vita; con lo straordinario peso di 297 chilogrammi, Randy non riesce più a muoversi e viene anche lasciato dalla moglie perché incapace, tra l’atro, di accudire la loro figlia Khloe.

L’obesità non è l’unico problema

L’uomo, ormai depresso e dipendente dal cibo, si trova a lottare anche con la scoperta di un brutto linfedema; questa situazione spinge Randy ancora più in basso, in una situazione di totale importanza.

Per questo, spinto dalla voglia di sopravvivere e riprendere in mano la propria vita, decide di contattare il dottor Nowzaradan e di recarsi nella sua clinica di Houston; con un obiettivo di 20 chili da perdere, l’uomo si è fatto forza e, non senza difficoltà, è riuscito a raggiungere quanto richiesto, ottenendo il via libera per l’intervento di bypass gastrico.

Al termine dell’operazione bariatrica, non è stato facile mantenere il peso, ma Randy è riuscito a raggiungere quota 200, perdendo ben 97 chilogrammi.

Oggi sembra essere stabile e dalle foto che condivide con gli amici sul proprio profilo Facebook, sembra aver ripreso a vivere; finalmente è tornato ad essere un padre attivo e presente.

Segui Viaggiare al Verde su Google News