News

“Ecco cosa c’è scritto”. Denise Pipitone, l’avvocato della famiglia rivela il testo della lettera anonima. Ecco cosa c’è scritto

Il legale Giacomo Frazzitta svela il contenuto della lettera anonima giunta nel suo studio
“Ecco cosa c’è scritto”. Denise Pipitone, l’avvocato della famiglia rivela il testo della lettera anonima. Ecco cosa c’è scritto

Finalmente Giacomo Frazzitta, il legale di Piera Maggio, la madre della piccola Denise scomparsa 17 anni fa da Mazara del Vallo, si è sbottonato sulla ormai famosa lettera anonima giuntagli qualche giorno fa in studio di cui aveva dato notizia durante la trasmissione Chi l’ha visto? senza però mai divulgarne il contenuto.

Almeno fino ad ora.

Il contenuto della missiva

Il legale infatti a Storie Italiane è tornato sull’argomento e finalmente ha rivelato qualcosa di più sul contenuto:

Cosa è contenuto nella lettera? Prima di tutto noi ringraziamo chi l’ha inviata perché introduce elementi interessanti che sono stati in parte riscontrati. Però volevo chiarire un fatto in via definitiva. L’oggetto della lettera, non è un oggetto negativo. Non si parla di un luogo o di qualcosa di negativo nel senso più atroce del termine. In realtà più che di un luogo racconta di un fatto interessante, un pezzo del puzzle seppure dai contorni da definire però interessante. Ci introduce e ci dà un elemento a noi totalmente sconosciuto. Quindi c’è scritta una parte di verità che non conoscevamo e che arricchisce il racconto. Un pezzo del puzzle, un fatto specifico. Ripeto che non c’è un posto dove cercare, ma una cosa successa.

Secondo Frazzitta dunque ci sarebbe un testimone che pare aver visto la bambina dopo il rapimento, facendo riferimento a persone su cui fino ad ora non si era mai indagato.

Un nuovo appello


Sui social è tronato a rivolgere un appello a questa persona affinché si palesi:

Io davvero ringrazio questa persona, perché ha ascoltato i nostri appelli. Quindi noi gli chiediamo di farsi sentire. Poi è chiaro che questa attenzione mediatica che stiamo dando è l’unico strumento che abbiamo per parlare con l’autore. Se però farà un altro passo noi gli assicuriamo la massima riservatezza e di questo può starne certo. Nessuno saprà la sua identità.

Anche Piera Maggio ha deciso di lanciare un nuovo appello pubblico:

Non abbiate paura, Parlate prima che sia troppo tardi. Abbiate il coraggio di dar voce a Denise che non può difendersi. Parlate voi per lei Basta con i silenzi. Verrete tutelati.

che si accoda a quello di ieri, nel quale invece aveva scritto:

Per favore, dopo 17 anni, date voce ai tanti silenzi. Mi rivolgo alla persona della lettera anonima inviata al mio legale. Le chiedo di farsi sentire, nei modi che lei ritenga opportuno, faccia in modo di mettere fine a tutto questo dolore.

Segui Viaggiare al Verde su Google News