News

Emergenza Coronavirus, Draghi ha deciso: ecco come e quando cambia il coprifuoco

Stanno per cambiare gli orari del coprifuoco, ecco tutte le importanti novità!
Emergenza Coronavirus, Draghi ha deciso: ecco come e quando cambia il coprifuoco

E’ arrivata una nuova decisione in merito al coprifuoco della sera: ecco che cosa cambia e da quando.

Nelle ultime ore del pomeriggio di oggi, lunedì 17 maggio, è arrivata una nuova decisione in merito al coprifuoco. Dopo settimana e settimane di discussioni, polemiche e botta e risposta tra le varie forze politiche in campo l’orario di inizio del coprifuoco notturno subirà un cambiamento. Il coprifuoco si sposta, infatti, alle ore 23 al momento dell’entrata in vigore del nuovo decreto legge che verrà varato a breve dal Consiglio dei ministri. Cerchiamo di capire meglio cosa cambierà.


Secondo il nuovo decreto legge il coprifuoco notturno sarà in vigore dalle 23 alle 5 del mattino e successivamente potrà essere abolito completamente. Il coprifuoco dunque resterà in vigore ancora per qualche tempo in tutte le zone gialle, ma a partire dal lunedì 24 maggio l’inizio del coprifuoco sarà spostato alle ore 23. Da quel momento, come già previsto, non ci si potrà spostare fino alle 5 del mattino se non per comprovati motivi di lavoro, salute o necessità.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da @sicilianewsofficial

In ogni caso sarà possibile rientrare a casa dal proprio posto di lavoro se il turno serale termina durante il coprifuoco. Non è prevista invece nessuna deroga per il rientro presso la propria abituazione se si è stati al ristorante o al cinema. In questo caso, infatti, bisognerà essere a casa entro le 23 e se fermati dalle forze dell’ordine tra le 23 e le 5 sarà ancora necessario esibire l’autocertificazione per giustificare lo spostamento.

Attenzione poi al cambio di colore perché il coprifuoco verrà abolito completamente al momento dell’ingresso in zona bianca. Al momento sembra che dal primo giugno Friuli Venezia Giulia, Molise e Sardegna entreranno in questa fascia di colore. A partire dal 7 giugno dovrebbero aggiungersi anche Abruzzo, Veneto e Liguria. Nessun cambiamento invece per le regole di comportamento come il distanziamento e l’obbligo di indossare la mascherina. Le regole precedenti restano valide per la zona gialla.

Segui Viaggiare al Verde su Google News