Curiosità

La madre che riesce a sfamare i 5 figli con una spesa di poco più di 20 euro a settimana. Ecco il suo segreto

Vi sembra impossibile sfamare una famiglia di 5 figli con 20 sterline a settimana? Ecco la storia di Lorna Cooper.
La madre che riesce a sfamare i 5 figli con una spesa di poco più di 20 euro a settimana. Ecco il suo segreto

Tutti facciamo i conti con la spesa settimanale, ma non sempre riusciamo a far quadrare tutto; il supermercato è sempre una tentazione e, molto spesso, finisce nel carrello anche ciò di cui non abbiamo davvero bisogno.

Nel mondo, però, ci sono esempi di donne davvero parsimoniose ed organizzate che riescono a mantenere una famiglia decisamente numerosa spendendo solo poche sterline a settimana. Volete sapere come ci riesce?

Lorna Cooper e la sua spesa perfetta

Lorna Cooper è una donna senza dubbio molto organizzata; madre di ben 5 bambini, la donna è diventata famosa per la sua bravura nel riuscire a sfamare la sua famiglia spendendo davvero poco per la spesa settimanale.

20 sterline a settimana

La donna ha condiviso sui social la sua lista della spesa, mostrando l’importo totale, e tutti si sono chiesti come faccia; Lorna, infatti, spende solo 20 sterline a settimana. Con questa cifra, che per molti è davvero piccola, la donna sfama i suoi 5 figli.

Il suo segreto è molto semplice; la donna prepara molto accuratamente il programma alimentare della settimana e inserisce nella lista della spese solo ciò che occorre per preparare i pasti. Ogni alimento che fa parte della lista della spesa serve a preparare uno dei pasti settimanali e non ci sono aggiunte.

Ogni giorno sono previsti 3 pasti; ad esempio, la domenica si mangiano frittelle a colazione, insieme a banane e cioccolato. A pranzo ci sono muffin all’uovo, mentre a cena pollo arrosto con contorno di patate.

Lorna ha condiviso il suo metodo per poter essere di aiuto ad altre famiglie che, quotidianamente, lottano con la mancanza di denaro:


Si spera che questo aiuti alcune famiglie che stanno lottando finanziariamente a causa della pandemia di Covid e non sono in grado di avere accesso ai pasti scolastici gratuiti. La maggior parte dei prodotti nella lista della spesa si possono trovare da Tesco, le uova di Farmfoods e i dadi da brodo da Aldi. A volte è meglio guardarsi intorno, potrebbe essere meno conveniente, ma fa una grande differenza a livello di budget.

La donna ha raccontato di aver iniziato a pensare a come risparmiare fin da piccola, quando la vita l’ha messa alla prova:

Ho perso mia madre quando avevo solo 11 anni e non sapevo come cucinare. Non mi era stata insegnata l’economia o il risparmio.

Oltre ad aver scritto un libro, gestisce un blog dove condivide alcune delle sue ricette:

Quando non avevamo molti soldi, il mio primo pensiero era quello di dare da mangiare ai bambini per assicurarmi che stessero tutti bene. Se puoi permetterti, se lo vuoi, è possibile utilizzare anche altri alimenti, ma il fulcro del libro è quello di mantenere i costi il più bassi possibile.

Lorna afferma che mangiare in modo più economico, spesso, ha alcuni vantaggi anche di tipo etico e sostenibile; questo metodo, infatti, si concentra sulla riduzione al minimo degli sprechi, mette al centro le verdure e i legumi e cerca di portare al minor consumo di carne:

Forse una famiglia media userebbe 500 g di carne macinata per fare una lasagna. Noi ne usiamo solo 200 g.