Cucina

La ricetta perfetta per fare i crocchè napoletani. Ecco cosa devi fare per non farli sfaldare durante la cottura

Il trucco per non far aprire le nostre crocchette di patate quando le friggiamo
La ricetta perfetta per fare i crocchè napoletani. Ecco cosa devi fare per non farli sfaldare durante la cottura

Diciamo la verità, non c’è niente di più buono della frittura, anche se fa ingrassare e non fa esattamente bene alla salute, ma ogni tanto ci può anche stare, come per ogni cosa l’importante è non eccedere.

Uno dei piatti più buoni, tra i fritti, sono i crocchè, detti anche crocchette di patate, che si preparano con una morbida purea di patate dal cuore filante di mozzarella, magari con l’aggiunta di prosciutto cotto per chi gradisce, con una croccante impanatura.

Come si preparano

Il problema è che a volte i crocchè, una volta immersi in olio, si aprono, con ciò che ne consegue, schizzi di olio dappertutto e cibo da buttare perché impregnato; ma esiste un metodo per non far aprire le nostre crocchette?


Fermo restando che il procedimento è sempre lo stesso, ovvero scaldare le patate necessarie, sbucciarle e schiacciarle con uno schiacciapatate quando sono ancora calde in modo da avere più facilità nell’effettuare queste operazioni, dopodiché si condisce l’impasto con sale, pepe e un uovo per amalgamare meglio.

A questo punto è tutta questione di gusti, all’impasto si può aggiungere del prosciutto cotto tagliato a pezzi molto piccoli, o del salame, poi dobbiamo prelevarne un pochino e dare la classica forma cilindrica con le mani, ponendo al centro, se preferiamo, anche dei cubetti di mozzarella.

Una volta data la forma si passano nell’uovo sbattuto in precedenza e poi nel pangrattato; e fin qui tutto bene, ora vi sveliamo il trucco per non far aprire più le nostre crocchette quando le dobbiamo friggere.

Il trucco per non farli aprire

È molto semplice, il trucco è preparare i crocchè il giorno precedente, ponendoli poi in frigo adagiati su un vassoio, in modo che durante la notte tutti gli ingredienti si amalgamino per bene e l’impasto si compatti nella maniera adeguata, legandosi in modo che non si apra una volta immerso nell’olio.

Semplice, vero? Ricordiamo che come ogni frittura la cosa ideale è cuocere pochi pezzi alla volta in abbondante olio bollente. E buon appetito.

Segui Viaggiare al Verde su Google News