News

Strage della Funivia Stressa Mottarone: ecco come si è salvato Eitan

La storia struggente di Eitan, l'unico superstite della tragedia della funivia
Strage della Funivia Stressa Mottarone: ecco come si è salvato Eitan

La tragedia della funivia del Mottarone, che ha visto 14 vittime, avrebbe potuto essere una strage se fosse avvenuta in un altro momento, dato che a pieno regime una cabina può arrivare a contenere fino a 40 persone.

Tra i passeggeri rimasti coinvolti ha colpito particolarmente, come sempre accade in questi casi, la notizia della presenza di alcuni bambini.

Una famiglia distrutta

Due dei quali figli di Amit Biran e della compagna Tal Peleg, ma mentre Tom, di due anni, è morto sul colpo, Eitan, cinque anni, si è salvato nonostante le numerose fratture, soprattutto agli arti inferiori, che hanno reso necessario indurlo in coma farmacologico.

Riporta il Corriere:

Il piccolo è stato sottoposto a una risonanza magnetica che ha escluso lesioni gravi e i medici proveranno a svegliarlo domattina, 25 maggio. «Il bambino è sedato ed è molto bello — ha detto il presidente del Piemonte Alberto Cirio, che nel pomeriggio si è recato all’ospedale infantile Regina Margherita — non ha subito traumi al volto e non dà l’idea di essere precipitato da quell’altezza. Abbiamo pregato insieme all’ambasciatore ed è stato emozionante».

L’amore lo ha salvato


Sapere come si è probabilmente salvato è struggente, fanno infatti sapere dall’ospedale dove è ricoverato attualmente, il Regina Margherita:

Il papà aveva una corporatura robusta, forse l’ultimo abbraccio istintivo per proteggerlo dalla morte lo ha salvato

Giunta sul posto la zia Aya Biran, sorella del padre, di origini israeliane, ha dichiarato sconvolta:

Ho saputo cos’era successo dai messaggi di Whatsapp. Ho cominciato a ricevere tanti ‘mi dispiace’ e non capivo perché. Ho chiamato mio fratello che non mi ha risposto, così anche mia cognata. Due ore dopo abbiamo ricevuto la conferma dei carabinieri e capito che mio nipote era vivo perché il suo nome non era nell’elenco delle vittime.

e sulle condizioni del nipotino:

Non sappiamo quale sarà la direzione, il trauma subito include un trauma cranico, bisogna vedere come evolverà la situazione. Ho perso mio fratello, mia cognata, un altro nipotino e con loro sono morti anche i nonni di mia cognata, che dopo aver ricevuto il vaccino in Israele avevano deciso di venire in Italia per stare un po’ con i nipoti dicendo ‘cosa mai può succedere in Italia.

Purtroppo il destino aveva altri piani per questa famiglia, ora non resta che pregare che almeno il piccolo Eitan si salvi.

Segui Viaggiare al Verde su Google News