Spettacolo

“Drogato a bordo” Incubo per Joe Bastianich. Ecco il video di cos’è successo

Il famoso chef ha avuto una brutta avventura. Scopriamo insieme cos' è successo.
“Drogato a bordo” Incubo per Joe Bastianich. Ecco il video di cos’è successo

Momento di paura in volo per Joe Bastianich. L’ ex conduttore di Masterchef ha vissuto una bruttissima esperienza, che ha deciso di raccontare e documentare in un video che ha poi pubblicato sul suo profilo di Instagram.

Quindi oggi è successo questo: volo Delta n. 386 da LAX a BNA, un folle si è precipitato nella cabina di pilotaggio urlando che l’aereo doveva atterrare.

Lo chef ha spiegato sui social cos’ era successo facendo una cronaca di questa brutta esperienza , avvenuta sull’aereo che lo stava portando da Los Angeles a Nashville. Un passeggero ha dato infatti in escandescenze insistendo che il velivolo doveva assolutamente atterrare. Alcuni dei passeggeri sono riusciti a catturarlo e immobilizzarlo, ma il volo è stato ovviamente ritardato.

L’ex storico giudice italo-americano del programma MasterChef ha deciso perciò di documentare l’ accaduto in un video condividendo con i suoi numerosi followers, nello specifico il momento in cui il passeggero impazzito è stato bloccato e portato via a forza lungo i corridoi del velivolo.

“Atterraggio di emergenza”, momento di paura per Bastianich


Don’t do drugs, non vi drogate.

Questo è stato il commento laconico di Joe Bastianich tra parentesi, prima di continuare il suo resoconto di quanto è accaduto. Lo chef ha poi lodato il coraggioso gesto di alcuni passeggeri, i quali si sono messi in prima linea immobilizzando il folle. Gli hanno poi legato i piedi e le mani per poi trascinarlo via. 

Atterraggio di emergenza ad Albuquerque NW.

Questa è stata infine la conclusione dello chef e imprenditore che è rimasto bloccato per un po’ prima di poter ripartire. Per fortuna non si sono stati registrati danni al velivolo o ad altre persone.

Bastianich e gli altri passeggeri sono atterrati sani e salvi. A parte lo spavento e il ritardo accumulato, quindi, hanno potuto proseguire il loro viaggio.

Segui Viaggiare al Verde su Google News