Spettacolo

“Ma non si vergogna?” Pippo Baudo attacca durissimo Paolo Bonolis. Il motivo è particolare

Pippo Baudo non le manda a dire. Ecco che cosa ha detto nei confronti di Paolo Bonolis!
“Ma non si vergogna?” Pippo Baudo attacca durissimo Paolo Bonolis. Il motivo è particolare

Durissimo attacco di Pippo Baudo nei confronti di Paolo Bonolis. Ecco il motivo del tutto inaspettato che ha portato all’intervento del noto conduttore televisivo.

Pippo Baudo spegne oggi, lunedì 7 giugno 2021, ben 85 anni e ad oggi esclude un suo ritorno in tv. Intervistato da Il Giorno, Pippo Baudo ha dichiarato proprio così:

Ci mancherebbe che mi rimettessi in gioco. Mi limito a guardare, e purtroppo vedo sempre le stesse cose, un format ripetuto 7, 8 volte.

Baudo, infatti, si riferisce ad alcuni conduttori e programmi nello specifico:

Leggo che Carlo Conti torna con Tale e quale, ma è possibile? Ancora? E’ tremendo.

Pippo Baudo parla anche di Bonolis e dice proprio così:


Paolo Bonolis è bravissimo, è colto, spiritoso, intelligente. Ma non si vergogna a fare tutti gli anni Avanti un altro? Ma sforzati, inventa qualcosa di nuovo. E poi tutta quella volgarità…alla volgarità ricorre chi non è bravo. La tv di oggi è fatta solo di fotocopie.

Secondo Baudo una volta era tutto diverso e fa riferimento a Corrado, Mike Bongiorno, Enzo Tortora, i cosiddetti “moschettieri” della tv italiana e non ha dimenticato di elogiare non solo loro, ma anche i programmi che secondo lui erano diversi e originali:

Per Tortora avevo grande stima, ma non c’era molta amicizia, perché lui si considerava un giornalista prestato alla conduzione. Corrado aveva un’ironia pungente, cercava sempre la battuta sfottente. Con Mike invece c’è stata una vera grande amicizia. Anche se avrebbe avuto tutti i motivi per detestarmi. Allora faceva La Ruota della Fortuna, la trasmissione andava così bene che il Tg5, che la seguiva, spesso batteva il Tg1. Il direttore del Tg1 mi chiamò, disperato, chiedendomi di trovare un rimedio. E io inventai Luna Park, che ebbe un grande successo. Così grande che La Ruota dovette chiudere.

Baudo non ha parole leggere nemmeno per Mediaset che definisce letteralmente il più grande errore della sua vita nonostante Silvio Berlusconi gli offrì un contratto incredibile.

Dopo il passaggio in Mediaset, infatti, il conduttore provò nostalgia per la Rai, dove tornò con grande piacere.

Segui Viaggiare al Verde su Google News