Curiosità

“Sembra un film” Roma, sfonda il blocco e i carabinieri lo inseguono per ore. Il video mostra com’è finita

La rocambolesca fuga di un'auto inseguita da ben 6 macchine dei Carabinieri e la sua fine
“Sembra un film” Roma, sfonda il blocco e i carabinieri lo inseguono per ore. Il video mostra com’è finita

Una scena da film che non si vede spesso qui in Italia è accaduta qualche mese fa a Roma, con un inseguimento che aveva dell’incredibile: ben 6 auto dei Carabinieri e una della Forestale alle calcagna di una Audi A3, alla cui guida non c’era però un capo di narcotrafficanti o un mafioso ricercato e latitante, ma una donna di 38 anni.

L’inizio dell’inseguimento

A quanto si apprende dai giornali l’inseguimento è iniziato a Viterbo e si è concluso a Roma,  prima sulla Cassia bis e poi sul Grande Raccordo Anulare dove la donna, romana e residente a Vetralla, a bordo dell’auto di un amico, verso le 16 aveva ignorato un alt in via di Campo Giordano, in provincia di Viterbo, dando così inizio al lungo inseguimento di un’ora e mezza per ben 70 chilometri.

Secondo quanto riportato da RomaToday:


La donna, con alle costole le auto dei carabinieri di Sutri e della forestale di Caprarola, ha percorso la Cassia bis per una cinquantina di chilometri. Arrivava all’altezza del Grande Raccordo Anulare è stata quindi agganciata dalle gazzelle dei carabinieri di Prima Porta, Formello e Radiomobile all’altezza dello svincolo Salaria.

Ma non si è arresa, e anzi ha ingranato la marcia investendo un militare, per fortuna solo schiacciandogli un piede, per riprendere la sua folle corsa. La sua fuga si è interrotta intorno alle 17:30 circa quando, con una manovra vista solo nei film americani, i carabinieri sono riusciti ad accerchiare l’Audi su cui era a bordo. Le immagini della scena ovviamente sono finite sul web.

L’accerchiamento

Anche se non avrebbe potuto scappare, per evitare altre pazzie, uno dei carabinieri ha rotto il finestrino dell’Audi e ha tolto le chiavi dal quadro.

Pare che nell’inseguimento, la donna, che comunque è già nota alle forze dell’ordine, ha tamponato due gazzelle dell’Arma. Alla fine è stata arrestata per resistenza a pubblico ufficiale, lesioni personali gravi e danneggiamento aggravato.

Non si conoscono i motivi del comportamento della donna.

Segui Viaggiare al Verde su Google News