Spettacolo

Agguato in strada, famoso conduttore è stato ferito a colpi di pistola. Le sue condizioni

Conduttore ferito da colpi di pistola. Ecco di chi si tratta e come sta ora.
Agguato in strada, famoso conduttore è stato ferito a colpi di pistola. Le sue condizioni

Ricoverato in ospedale dopo essere stato ferito da alcuni colpi di pistola: ecco di chi si tratta e gli altri dettagli di questa delicata vicenda.

Si è costituito l’uomo che ha sparato ad Enzo Sangrigoli, conduttore radiofonico e station manager di Radio Flash, l’emittente locale di Adrano, cittadina del catanese. Sangrigoli è stato vittima di un agguato verificatosi proprio nella mattinata di martedì 13 luglio.

A indirizzare la pistola verso il conduttore radiofonico è stato Sergio Nuccio Floresta, che ora si trova già in carcere. Al momento i carabinieri della compagnia di Paternò sono al lavoro per ricostruire i fatti dato che lo speaker è stato colpito da alcuni colpi alle gambe.


Il fatto è avvenuto attorno alle 13 quando sono stati uditi alcuni colpi di arma da fuoco in via Duca di Misterbianco proprio ad Adrano nei pressi del noto Teatro Bellini. Ferito alle gambe, Enzo Sangrigoli è stato subito soccorso dal 118 ed è stato trasportato in elisoccorso all’ospedale Cannizzaro di Catanio dove si trova attualmente ricoverato. Stando a quanto riferito dall’ospedale e dalle fonti, l’uomo è entrato in codice rosso al Pronto Soccorso e si trova al Trauma Center per gli accertamenti necessari e i primi trattamenti.

La struttura ha poi precisato che l’uomo ha riportato ferite alle gambe causate da tre proiettili dei quali solo uno è stato trattenuto e quindi dovrà essere estratto con apposito intervento chirurgico. Le sue condizioni sono stabili e non è in pericolo di vita.

Le indagini sono ovviamente già iniziate e i carabinieri intervenuti sul posto hanno effettuato subito i primi rilievi necessari per tentare di ricostruire l’accaduto.

Certo è che Floresta ha sparato quattro colpi con una pistola regolarmente detenuta. L’uomo si è costituito ed è accusato di tentato omicidio. Non si esclude che il movente del gesto sia legato a questioni di natura personale tra i due per un diverbio nato da motivi ancora da precisare.