Curiosità

Alcune piante sono pericolose per la salute, non tenerle in casa. Leggi quali sono

Ci sono alcune piante a cui dovremmo fare attenzione se vogliamo tenerle in casa.
Alcune piante sono pericolose per la salute, non tenerle in casa. Leggi quali sono

Le piante sono bellissime e in casa fanno arredamento oltre a contribuire a rendere l’ambiente più particolare e accogliente.

Ma anche se il verde in casa fà atmosfera e fà bene all’umore, non tutte le piante apportano benefici alla nostra salute, anzi. Proviamo a vedere quali sono.

Le piante velenose

Una pianta molto decorativa è il caladium, che ha foglie meravigliose e colorate che abbelliscono il nostro salotto.

Ma, soprattutto per chi ha animali domestici, questa pianta non è l’ideale. Il suo fusto contiene infatti un alto tasso di ossalato di calcio che può provocare danni alle mucose dello stomaco e dell’intestino, causando se ingerito vomito, diarrea e difficoltà respiratorie.

Anche la tromba del diavolo, nota anche come “noce metella” è una pianta bella ma pericolosa. Leggiamo su Tuttogreen


già dall’odore, sgradevole e intenso, la noce metella svela la sua vera natura di pianta micidiale per l’uomo. Basti pensare che gli Indiani d’America utilizzavano la Datura per avvelenare le prede durante le battute di caccia mentre i monaci Hindu ne sfruttavano i poteri allucinogeni per dar vita a rituali sinistri. È infatti sufficiente respirare a lungo l’odore dolciastro del fiore per subirne i primi effetti

Sapete che anche la salvia è pericolosa? No, non quella che tutti usiamo in cucina, la salvia officinalis che è ottima anche fritta; parliamo della salvia divinorum, che contiene salvinorina, una sostanza pericolosissima con effetti allucinogeni.

Dal sito Danno

La Salvia divinorum deve il suo nome all’impiego tradizionale nei rituali di divinazione destinati a combattere le cause di diverse malattie o individuare gli autori delitti all’interno della comunità. Il principio attivo della salvia divinorum è il salvinorin-A la cui struttura molecolare si distingue rispetto a tutti gli altri allucinogeni conosciuti. La salvia è conosciuta per essere il più potente allucinogeno naturale. 

In ultimo parliamo del filodendro, di cui ci parla il sito Informaebelli

queste piante contengono cristalli insolubili di ossalato di calcio chiamati raphites, questi cristalli rendono i filodendri potenzialmente pericolosi. I cristalli di calcio hanno solitamente un effetto abbastanza lieve sugli esseri umani, il contatto con la linfa di questa pianta, può causare bruciore nella pelle, irritazione e gonfiore delle labbra e della lingua. L’ossalato di calcio è invece molto pericoloso per gli animali domestici, l’ingestione può causare: aumento della salivazione, gonfiore della lingua, vomito, convulsioni, diminuzione della vigilanza, problemi respiratori e difficoltà a deglutire il cibo