News

“Lockdown ad Agosto” Il Ministro Speranza spiazza gli Italiani

Il ministro della Salute spiazza gli italiani: in arrivo un nuovo lockdown? Scopriamolo insieme.
“Lockdown ad Agosto” Il Ministro Speranza spiazza gli Italiani

Roberto Speranza, ministro della Salute, ha spiazzato completamente gli italiani, annunciando possibili nuove chiusure nel mese di agosto. Anche il governatore della Campania, Vincenzo De Luca, sembra dello stesso parere.

La variante Delta si sta diffondendo sempre di più in tutta Europa e la preoccupazione continua a crescere, soprattutto per l’Italia, che sembra stia rischiando un nuovo lockdown.

Molti Stati europei hanno iniziato a reintrodurre le zone rosse a causa dell’aumento dei contagi, ma ci sono anche molti Paesi che hanno deciso di diminuire o eliminare le restrizioni per poter così iniziare a convivere con il virus.

L’ Italia, però, la pensa diversamente: Roberto Speranza, ministro della Salute, ha iniziato a parlare di possibili chiusure ad agosto. Dello stesso parere sembra anche Vincenzo De Luca, governatore della Campania, e Matteo Bassetti, del San Martino di Genova.

Variante Delta: in arrivo un nuovo lockdown?

Con l’apertura delle frontiere e gli assembramenti degli ultimi giorni, il rischio che la variante Delta continui a far aumentare i contagi è molto forte.


Al punto che il ministro della Salute ha iniziato a parlare di un possibile lockdown ad agosto. In precedenza ne hanno già parlato anche Vincenzo De Luca e Matteo Bassetti.

O acceleriamo su tracciamenti e vaccini o rischio chiusure ad agosto

queste le parole di Speranza.

La variante Delta potrebbe far aumentare i contagi anche in Italia. Sul documento del ministero della Salute hanno scritto:

Al fine di attenuarne l’impatto, è importante mantenere l’incidenza a valori che permettano il sistematico tracciamento della maggior parte dei casi positivi e il sequenziamento massivo di Sars Cov-2 per individuare precocemente e controllare l’evoluzione di varianti genetiche nel nostro Paese.

La previsione è che la variante si possa diffondere in tutta Europa entro la fine di agosto, per questo il ministero ha sottolineato che:

Bisogna garantire strategie vaccinali che tengano conto della possibile minor protezione dopo una sola dose di vaccino, dell’efficacia del ciclo completo e della necessità di effettuarlo il prima possibile negli individui a rischio infezione.