Curiosità

Perché l’Italia gioca con la maglia azzurra e non usa i colori della propria bandiera come fanno le altre squadre?

Il motivo dietro la scelta del colore azzurro per la maglia della Nazionale Italiana
Perché l’Italia gioca con la maglia azzurra e non usa i colori della propria bandiera come fanno le altre squadre?

Quando si dice Nazionale Azzurra si pensa sempre al gioco del calcio e alla squadra maschile rappresentativa del nostro Paese, ma non è l’unico sport ad avere adottato questo colore, gli Azzurri ci sono anche nel basket, nella pallavolo, nell’atletica e in tutti gli sport da competizione; vero è però che il calcio è stato il primo sport ad adottare questo colore.

Perché azzurri

In principio non era azzurra però la nostra maglia, ma bianca, cambiata poi nel corso degli anni, e in molti si chiedono come mai questo cambiamento, a riguardo ci sono diverse ipotesi, vediamo quali.

C’è chi dice sia una scelta poetica, l’azzurro in omaggio al cielo e ai mari italiani, chi invece pensa sia stato un motivo pratico, ovvero la nevicata del 6 gennaio 1911 che non permetteva di distinguere la maglia della Nazionale italiana e quella ungherese, avversaria in amichevole, e che portò a scegliere questo colore per la prima volta nel match vinto 1-0 all’Arena Civica di Milano.

La realtà sarebbe un’altra, il colore azzurro sarebbe stato scelto in onore dei Savoia, la dinastia regnante in Italia fino al 1946. Il colore del casato, fin dal 1360, era infatti il blu Savoia, chiamato anche azzurro Savoia e rappresentava la devozione nei confronti della Vergine Maria.

Inoltre fino alla fine della monarchia sancita dal referendum del 1946, la Nazionale aveva anche la croce sabauda, simbolo della casata, sul lato sinistro della maglia azzurra, sostituita poi dallo scudetto tricolore.


Il colore azzurro invece pur rappresentando Casa Savoia è stata mantenuto perché ormai caratteristico dell’Italia e riconosciuto da tutti, e amato dagli sportivi che ne parlano con emozione.

Cosa ne pensano gli sportivi

Il presidente della FIGC Gabriele Gravina lo vede così:

L’azzurro rappresenta emozione e condivisione. È il colore di una maglia che celebra tutti i giorni, in ogni partita della Nazionale da 110 anni, una delle storie italiane più belle ed appassionanti. E’ il sogno di amicizia che supera i confini di un campo di calcio per unire un Paese intero.

 Mentre il Ct della Nazionale di calcio Roberto Mancini dichiara:

Indossare la maglia azzurra è il sogno di ogni bambino che inizia a giocare a calcio, un sogno che ho avuto la fortuna di realizzare e che continuo oggi a vivere con entusiasmo e passione nel ruolo di Commissario Tecnico. L’azzurro accomuna calciatori e tifosi, un colore simbolo di unità e coesione capace di avvicinare generazioni lontane e che ci fa sentire parte integrante di un’unica squadra. 

Segui Viaggiare al Verde su Google News