News

“Potrebbe essere la bis-nonna” Lei 91 anni e lui 23. La stranissima coppia fa il giro del mondo

Un amore vero quello che ha legato un ragazzo si 23 anni e una donna di 91?
“Potrebbe essere la bis-nonna” Lei 91 anni e lui 23. La stranissima coppia fa il giro del mondo

Davvero l’amore non ha età? O piuttosto sono i soldi a non ammettere scrupoli? Giudicate voi. Questa è la storia di Mauricio Ossola, 23enne, che ha sposato “per amore” la sua prozia Yolanda Torres, che di anni ne ha 91.

O meglio ne aveva, perché la donna il 30 aprile 2016 è morta di sepsi, e l’amore del marito si è riversato su eredità e pensione di reversibilità, legittime, che pare gli siano state negate.

Un amore puro

Siamo in Argentina, e il matrimonio tra i due è avvenuto nel massimo riserbo, nessuno infatti nel piccolo paese di Salta, nel nord-ovest del Paese, era al corrente della cosa, se non a nozze avvenute, anche se dicono che la donna fosse lucida al momento del si.

Intanto Mauricio , che è avvocato, sta lottando per avere ciò che secondo lui gli spetta, la pensione della defunta e amata moglie.


Riporta il DailyMail nel 2017, anno in cui è stata raccontata la storia:

Mauricio, originario della città di Salta, nel nord-ovest dell’Argentina, si è trasferito dalla sua prozia dopo che i suoi genitori si sono separati otto anni fa. Ha condiviso una casa nel quartiere di Tres Cerritos con sua madre, suo fratello, sua nonna e Yolanda. Si sono sposati nel febbraio 2015 in quella che Mauricio descrive come una “cerimonia civile discreta”.

I veri motivi

Infatti Mauricio rilascia un’intervista e El Tribuno in cui spiega le sue motivazioni:

Da quando sono nato sono stato con lei nella stessa casa. “Ula”, come la chiamavamo affettuosamente, riservava sempre a me e ai miei due fratelli un trattamento materno. Yolanda e mia nonna in qualche modo hanno completato il lavoro di nostra madre. Quando ho compiuto 18 anni ho iniziato ad assumermi delle responsabilità.[…] Ho amato Yolanda nel modo più puro in cui puoi amare qualcuno, e quel sentimento, così come il dolore che la sua perdita mi ha lasciato, rimarrà con me fino all’ultimo dei miei giorni. Il nostro matrimonio è stata una decisione nobile e legittima. Era un supporto importante nella mia vita e quello era il suo ultimo desiderio. Prima che ci sposassimo, mi fece promettere che non avrei mai lasciato che i miei fratelli venissero abbandonati. 

Segui Viaggiare al Verde su Google News