Spettacolo

Il primo giorno di scuola di Leone, il figlio di Fedez. Ecco quanto costa la retta, la cifra è da capogiro

Leone va a scuola: ecco le cifre per la scuola esclusiva che è stata scelta dai suoi genitori
Il primo giorno di scuola di Leone, il figlio di Fedez. Ecco quanto costa la retta, la cifra è da capogiro

La coppia d’oro formata dall’imprenditrice digitale Chiara Ferragni e suo marito il cantante Fedez ci tiene a mantenere i rapporti con i propri fan raccontando e condividendo i momenti salienti della loro vita e del loro quotidiano.

La nuova avventura di Leone

Dopo aver assistito quasi alla nascita dei loro figli, ai loro progressi, primi passi, pappe etc, poteva mancare il primo giorno di scuola del primogenito Leone?

Così i fieri (e un po’ dispiaciuti per il distacco) genitori hanno immortalato attraverso diversi scatti la nuova avventura del piccolo, postando il tutto sul loro profilo con la didascalia: Oggi primo giorno di scuola di Leo.


E un Leone in divisa blu, poco convinto in realtà, fa molto sorridere; un po’ meno sapere che per il piccolo è stata scelta una scuola esclusiva e a pagamento, la Saint Louis School di Milano, sul cui sito leggiamo:

 scuola internazionale di eccellenza in Europa, offre uno straordinario percorso educativo per studenti dai 2 ai 18 anni, […] ha ottenuto risultati IB d’eccellenza nell’Europa Continentale mantenendo una media costante nel corso degli ultimi sei anni. Grazie ad una consolidata reputazione, costruita nel corso dei suoi 25 anni di storia sia in Italia che all’estero, oggi St Louis ospita più di 1200 studenti di oltre 50 nazionalità.

La retta scolastica

E a quanto ammonta la retta per questa eccellenza? L’iscrizione per il primo anno ammonta a 2.800 euro. Per la scuola d’infanzia i costi annuali invece sono di 11.370 euro, da pagare in due rate,  il 10 settembre e il 10 gennaio.

Con il passare degli anni però il prezzo si alza fino ad arrivare a 18.170 euro per la scuola secondaria. La mensa si paga a parte, e consiste in più di 1.300 euro.

In molti hanno storto il naso come era prevedibile, ma noi siamo dell’idea che ognuno con i propri soldi può fare ciò che vuole, ed è inutile invocare il banale “schiaffo alla miseria”, chiunque potendo farebbe lo stesso, diciamo la verità; perché non desiderare il meglio nella propria vita?