Spettacolo

Morto noto cantante No vax, aveva solo 40 anni. Ecco di chi si tratta

Morto per non aver fatto il vaccino, si è detto pentito poco prima di spegnersi
Morto noto cantante No vax, aveva solo 40 anni. Ecco di chi si tratta

Il covid continua ad imperversare nel mondo mietendo vittime grazie alle sue varianti, la corsa ai vaccini si fa sempre più impellente ma ancora ci sono i no-vax che non riescono a convincersi che il male è sempre peggio della cura; così quando sono in fin di vita dopo aver contratto il virus hanno modo di ripensare all’errore commesso e pentirsi di non essersi vaccinati.

Pentimento tardivo

È quanto successo a Marcus Birks, cantante del duo The Charmeleonz molto noto in Gran Bretagna, morto a soli 40 anni dopo aver contratto il virus e aver rifiutato il vaccino sostenendo di essere in perfetta forma fisica e quindi immune alla malattia.

Grande sportivo, Marcus pensava di essere in grado, se anche si fosse ammalato, di sconfiggere il virus, ma quando si è reso conto che invece le sue condizioni erano tali da costringerlo ad un ricovero per la sua gravità, si è detto pentito di essere stato un no-vax e prima di finire in terapia intensiva ha rilasciato alcune dichiarazioni cercando di essere un monito per gli altri.

Se non ti sei ammalato e non pensi che ti ammalerai, ascoltami. Quando ti senti come se non riuscissi a respirare a sufficienza, questa è la sensazione più spaventosa del mondo


diceva, mettendo in guardia le persone, e aggiungendo che le informazioni sul vaccino erano state distorte dai social media e dai teorici della cospirazione, e che “Ero un po’ ignorante in merito e l’ho semplicemente rimandato. La prima cosa che dirò a tutta la mia famiglia di fare è prendere il vaccino e chiunque veda.” Purtroppo non ha fatto in tempo a divulgare il suo messaggio e si è spento  al Royal Stoke University Hospital.

L’ultimo saluto

La moglie Lis, incinta, lo ha salutato su Facebook:

Il mio cuore è stato completamente strappato via e non so come affrontare il dolore, ma sapere che sto crescendo una parte di lui dentro di me mi sta aiutando a superare questo momento straziante.

Gli ho fatto una promessa, che dirò al nostro bambino ogni giorno quanto lo ama, quanto è speciale e come sarebbe stato: è il miglior papà che un figlio potesse desiderare.