Religione

La storia di Colton Burpo “Ho visto il Paradiso, ecco com’era”

La vera storia che ha ispirato il libro e il film; il bambino che è quasi morto e ha visto il Paradiso
La storia di Colton Burpo “Ho visto il Paradiso, ecco com’era”

Probabilmente molti di voi avranno visto il meraviglioso e commovente film Il paradiso per davvero; ma quanti sanno che si tratta di una storia vera? La storia di Colton Burpo, un bambino che a 4 anni è quasi morto per un appendicite, e che ha raccontato a suo padre di essere stato in Paradiso durante la terribile esperienza in sala operatoria tra la vita e la morte.

“Ho visto il Paradiso”

Il padre Todd, pastore protestante, racconta, come riporta ChurchPop:

Nel 2003 abbiamo quasi perso nostro figlio al Pronto Soccorso. Eravamo sconvolti e non sapevamo cosa fare ma sapevamo che era andato in Paradiso. La prima cosa che mi ha detto è che poteva vederci, dove eravamo in ospedale, cosa stavamo facendo. E tutte le informazioni che ci ha fornito erano corrette. Ricorda tutto quello che è successo durante l’intervento chirurgico: ‘Non sono mai morto ma sono andato in Paradiso e l’ho visto’, ha detto.

Non solo, il bambino ha raccontato di aver visto Gesù!:

Sono uscito dal mio corpo e potevo vederlo dall’alto, come stavano i medici con me. Ho visto mia madre in una stanza e mio padre in un’altra. Ed ero seduto sulle ginocchia di Gesù. Ho conosciuto mio nonno, mia sorella che non è nata, gli arcangeli Michele e Gabriele, il re Davide, gli Apostoli e Maria Madre di Gesù.


Un luogo incredibile

Ma com’è il Paradiso? Il piccolo Colton disse:

È incredibile. Non c’è niente di simile qui, quindi è difficile confrontarlo. È la versione perfetta della terra, perché in cielo non c’è peccato, nessuno invecchia. È una città che non smette mai di crescere.

Nessun peccato, nessun dolore ma solo l’infinita bontà del Signore:

Dio è così grande, è così grande che può tenere il mondo nelle sue mani. Quando sei vicino a Dio pensi che avrai paura, ma pensi al suo amore e senti quell’amore, non hai paura.

Tutto questo Colton lo avrebbe vissuto in 3 minuti, tre lunghissimi minuti in cui mentre era sotto ai ferri il suo cuoricino non ha retto. Usiamo il condizionale perché come sempre avviene in casi come questo, nulla è certo, e scegliere di credere è un fatto personale; è però importante che nulla di quanto raccontato vada contro i principi cristiani.