Religione

Paralizzata da 18 anni, visita Medjugorje e getta le stampelle. La storia è straordinaria

La guarigione inspiegabile di una donna che è tornata a camminare dopo 18 anni
Paralizzata da 18 anni, visita Medjugorje e getta le stampelle. La storia è straordinaria

Spesso ci siamo trovati davanti a fatti inspiegabili, guarigioni miracolose che solo la fede può far accettare senza porci troppe domande. Come le meraviglie che accadono a Medjugorje, e di cui vogliamo raccontare.

La guarigione di Linda

La protagonista di questa storia è Linda Christy, giunta in questo luogo dal lontano Canada sulla sua sedia a rotelle per uno di quelli che sono chiamati viaggi della speranza, e proprio qui, nel 2010, dopo 18 anni con una grave lesione alla colonna vertebrale il miracolo è avvenuto davvero.

Lo racconta a Radio Medjugorie:

Ho vissuto un miracolo. Sono arrivato in sedia a rotelle e ora cammino, come puoi vedere. La Beata Vergine Maria mi ha guarita sulla Collina delle Apparizioni. Ho portato tutti i risultati medici che hanno confermato la mia condizione e non c’è una spiegazione scientifica sul motivo per cui sto camminando. La mia colonna vertebrale è in così cattive condizioni che ci sono punti in cui non è nemmeno coerente, un polmone si è spostato di sei centimetri e ho ancora tutte le malattie e le deformità della colonna vertebrale.


Una cosa inspiegabile. E continua:

Dopo che il miracolo è accaduto alla mia colonna vertebrale è ancora nelle stesse cattive condizioni in cui era, e quindi non c’è alcuna spiegazione medica sul motivo per cui posso stare in piedi da sola e camminare dopo aver camminato con le stampelle per 18 anni e aver trascorso un anno in sedia a rotelle.

I numerosi miracoli

Sono tante le testimonianze che giungono da questo luogo eccezionale, come quelle raccolte dalla pagina dedicata ad esso. Anche solo usarne l’acqua, la stessa terra o l’erba, ha recato benefici immensi a chi li ha adoperati sotto forma di impacchi o infusi, come accaduto a Jozo Vasilj, 85enne cieco e paralizzato dopo un ictus che racconta:

Otto anni fa ho avuto un ictus che ha reso il mio occhio sinistro completamente inutile. Negli ultimi quattro anni anche il mio occhio destro ha smesso di funzionare e non riuscivo più a vedere. Ho chiesto a Vida Vasilj di portare dei fiori e della salvia dalla Collina Crnica, Collina delle Apparizioni. Quella stessa notte ho messo queste piante sotto la mia testa. 

Al mattino ho chiesto a mia moglie di portarmi dell’acqua. Ho messo le piante in acqua e mi sono lavato. Dopo essermi asciugato con un asciugamano, ho detto a mia moglie: “Ecco, ci vedo!” Lei mi ha risposto: ‘Cosa vuoi dire che puoi vedere?’ Le ho detto: “Vedo che non hai ancora messo i calzini!” È così che mia moglie ha scoperto che potevo davvero vedere. Mentre mi lavavo recitavo il Credo.